Rispondi a: Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORA Movimento 5 Stelle Rispondi a: Movimento 5 Stelle

#138806

Anonimo

http://www.dirittodicritica.com/2012/02/03/grillo-elezioni-politiche-34145/

E Grillo si prepara a scalare il Parlamento

Il Movimento 5Stelle si candiderà alle elezioni politiche del 2013. I sondaggi lo danno tra il 5 e il 7 per cento

È arrivato il momento di fare il grande passo. Se i sondaggi non ingannano, il Movimento 5Stelle di Beppe Grillo potrebbe ottenere un risultato clamoroso se si presentasse alle elezioni politiche del 2013. Le preferenze verso quello che oramai possiamo definire il partito anti-casta d’Italia fa registrare, in maniera piuttosto altalenante, tra il 5 e il 7%. Una variabile politica che dovrà essere considerata, soprattutto a sinistra che vede sparire Rifondazione comunista e mette in difficoltà Nichi Vendola.
Da Bologna a Roma. Così, dati alla mano, qualcuno nel movimento ha pensato che forse il salto di qualità è possibile. L’idea è partita in Emilia dove i grillini conquistano fette ampie del consenso elettorale, essendo riusciti a mandare due rappresentanti in Consiglio regionale. E proprio loro, Giovanni Favia e Andrea Defranceschi, annunciano: “Siamo pronti, ci presenteremo alle elezioni politiche del 2013. Beppe Grillo ha lanciato da tempo il progetto nazionale: nel Movimento, in continua crescita, c’è una forte spinta informale a presentarci alle elezioni politiche”. Così, da Bologna, città nella quale il movimento è nato con il Vaffa-Day di Piazza Maggiore nel 2007, parte la marcia su Roma.
“Se il Movimento fa il 7%, la paura fa 90”. L’annuncio arriva senza troppe sorprese. Infatti, il comico genovese aveva già fatto presagire sul suo blog di una possibile scalata al Parlamento visti i sondaggi che “danno il Movimento 5 stelle in forte crescita, superiore al 7%. Una soluzione venefica per il Sistema che con l’ingresso in Parlamento nel 2013 di 40 cittadini non soggetti ai giochi di potere potrebbe essere finito. Se il M5S fa 7% la paura fa 90”.
Houston, abbiamo un problema: manca il programma. Lotta agli sprechi e ai privilegi della politica e massima trasparenza, questo in estrema sintesi il programma del Movimento. Forse un po’ poco per governare l’Italia. “La prima cosa che faremo in Parlamento – ha dichiarato Favia – sarà una vera riduzione dei costi della politica, non come quella di questi giorni. Togliendo l’osso al cane, spariranno anche questi parlamentari come Lusi. Più di lui, però, mi fa pensare un partito che non si accorge di uno che ha rubato 13 milioni di euro”. Grillo aveva escluso sul suo blog la possibilità che eletti attualmente in carica non si sarebbero candidati in altri organismi. Ma c’è aria di cambiamento nel Movimento. L’odore del Palazzo.