Rispondi a: Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORA Movimento 5 Stelle Rispondi a: Movimento 5 Stelle

#139122
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Regionali Lombardia – Chi è Umberto Ambrosoli

http://www.polisblog.it/post/29543/regionali-lombardia-chi-e-umberto-ambrosoli

Alla fine in qualche modo si faranno anche le primarie del centrosinistra per le elezioni regionali lombarde. La differenza è che non si tratterà della ormai classica competizione tra partiti: si va infatti verso ‘primarie civiche’. In cui, cioè, i partiti fanno un passo indietro, lasciano tutto lo spazio ai candidati senza etichettarli con il loro appoggio e in cui tutta l’attenzione è incentrata sui singoli candidati e sulla fetta di società civile che li sostiene. Un modo elegante per salvare capra e cavoli: e cioè riuscire a candidare Umberto Ambrosoli – l’uomo che dovrebbe conquistare il Pirellone per conto di un centrosinistra assente da tempo immemore dal Governo Lombardo – senza per questo rinunciare al mantra del Partito Democratico.

Questo perché Umberto Ambrosoli si è detto fin dall’inizio allergico a diventare protagonista di primarie come ‘candidato del Pd’, volendosi invece mostrare come uomo della società civile. Ma saltare completamente il passaggio delle primarie in elezioni così importanti sarebbe stato un po’ difficile da spiegare agli elettori. Ed ecco che con la formula delle primarie civiche si dovrebbe riuscire a sistemare tutto (Bersani ha comunque detto che – fosse per lui – ne farebbe anche a meno). Ma chi è Umberto Ambrosoli?

Avvocato, classe 1971, è noto soprattutto per essere il figlio di quel Giorgio Ambrosoli assassinato sotto il portone di casa dalla Mafia nel 1979 da un sicario ingaggiato dal banchiere siciliano Sindona, su cui Ambrosoli stava indagando in veste di commissario liquidatore della Banca Privata Italiana. L’eroe borghese Ambrosoli è diventato uno dei santi laici della Repubblica Italiana, raccontato proprio dal figlio nel libro del 2009 ‘Qualunque cosa succeda’. Ma la fama di Umberto Ambrosoli non è data solo dall’essere figlio di cotanto padre: noto e rispettato avvocato penalista, specializzato nel settore economico finanziario, ha seguito le vicende Parmalat, Cirio, Unipol, Gruppo Burani. Opinionista del Corriere della Sera, ha mosso la sua prima esperienza in politica nella giunta Pisapia per cui è ‘collaboratore in tema di anticorruzione’.

Attivista civico, ha raccontato in moltissime conferenze e incontri il ruolo della mafia e della criminalità. Nonostante la grandissima stima che gli viene da tutta l’area del centro e della sinistra (sia l’Udc che Sel lo hanno riempito di lodi), il personaggio non è certo tra i più noti al grande pubblico. Ecco un po’ di modi per approfondire la conoscenza con quello che – con tutta probabilità – sarà il candidato al Pirellone del centro-sinistra: qui il suo profilo Twitter e qui quello di Facebook, qui il suo curriculum vitae (ma per leggerlo dovete fare prima richiesta di amicizia. Si spera che il profilo diventi pubblico…) che potete trovare – anche se è un po’ scarno – anche sul sito di Rcs (il nostro è infatti anche consigliere indipendente di Rcs media group).


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.