Rispondi a: Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORÀ Movimento 5 Stelle Rispondi a: Movimento 5 Stelle

#139682

Spiderman
Partecipante

Grillo e la verità dei commenti sul suo blog

Sicuramente un titolo molto forte quello di Beppe Grillo riguardo ai commenti che “orde di trolls scrivono con regolarità”. Si tratta di una realtà che è spesso facilmente verificabile soprattutto sui commenti che vengono lasciati su facebook quando Beppe posta links. Ogni volta che vedete un commento negativo basta cliccare sul nome e verificare i collegamenti dell’utente con gruppi, pagine e persone scoprendo spesso che poco hanno a che fare con il Movimento 5 Stelle.

Chi segue il movimento dall’interno sa bene che la base, quella vera, è tutt’altro che spaccata e condivide con convinzione gli obiettivi e i concetti. Il problema sta in quelle persone che hanno votato il movimento senza capire cosa stessero facendo per cui molti messaggi di “ex” di cui parla Beppe nel suo post sono spesso commenti reali ma di gente non ha capito nulla di quali sono gli obiettivi e quali armi si vogliono usare per vincere la guerra. Chi ha votato il Movimento per mandare tutti a casa e poi chiede un’alleanza non ha capito nulla e faceva meglio a votare PD.

Tutti gli altri che insultano sul blog non sono altro che sciocchi antagonisti di questa guerra. Faccio fatica a capire chi con il cappio al collo deride chi è riuscito a liberarsi di quella corda che lo stava per strangolare. Forse ha ragione Beppe, l’unica spiegazione è che sono anche loro collusi e hanno interesse nel non far cambiare le cose visto che ci sono dentro fino al collo.

Il Tg3 nel servizio che parla di questo argomento ha commentato dicendo che il comico genovese prima osanna il web come unico mezzo che esprime la verità al confronto della televisione e poi si lamenta se qualcuno scrive qualcosa a lui non gradito.

Balle. Il problema è un altro. Se io vado sul blog di Grillo vedo qual è la verità. Posso scorrere le migliaia di messaggi e notare come ci siano tanti commenti negativi ma di comprensibile provenienza e poi molti più commenti positivi. Mi posso fare una idea precisa della situazione.

Se invece guardo la tv o leggo i giornali senza aver visitato il blog di Beppe ciò che fanno trasparire è che praticamente nessuno sia daccordo con lui e che ci sia una rivolta interna…

Questo è il problema, non i commenti. La strumentalizzazione e la distorsione dei fatti. Ieri Repubblica titolava “Chi fa commenti negativi è una m***a digitale” distorcendo le parole dette dal comico genovese che invece identificava come escrementi gli attacchi verbali, non le persone.

Siamo alle solite e siamo solo all’inizio. La cosa buona è che l’aver messo in dubbio il sistema di informazione ha permesso a migliaia (se non milioni di persone) ad andare a verificare con mano e su diverse fonti la realtà dei fatti e tutto ciò pochi di noi prima lo facevano.

http://www.italiaincrisi.it/2013/03/25/grillo-e-la-verita-dei-commenti-sul-suo-blog/