Rispondi a: Hawking: «Gli alieni? Esistono, ma sarebbe molto meglio evitarli»

Home Forum MISTERI Hawking: «Gli alieni? Esistono, ma sarebbe molto meglio evitarli» Rispondi a: Hawking: «Gli alieni? Esistono, ma sarebbe molto meglio evitarli»

#13972
Richard
Richard
Amministratore del forum

“Ci sono oggi … due principi, due forze conflittuali sulla terra: il principe di questo mondo e quel principio che dice ad ogni anima: ‘Non temere, io ho vinto il mondo e il principe del mondo non ha nulla in me.’ Puoi dire questo? Devi ! Questa è la tua speranza …”
(lettura di Edgar Cayce 3976-29)

http://www.edgarcayce.it/media/benecontro.htm

ok, però non definirei il pianeta una prigione, ma la prigione viene creata per la debolezza dell'uomo
i corruttori non fanno nulla se non c'è chi si fa corrompere
per egoismo o paura e debolezza e ignoranza..
Sono piu propenso al concetto di Quarantena dell'umanità verso lo spazio esterno finchè non potrà fare parte in modo responsabile della vita nello spazio esterno, piu che logico sapendo che si sviluppano e testano armi spaziali da tempo…un bel modo di presentarsi.
Quando sarà il momento per uscire e contribuire all'esterno, allora non ci saranno forze entropiche o altro che potrà evitarlo.

———————

Edgar Cayce sapeva che ogni tipo moderno di terrore risale a tempi lontanissimi della storia della vita cosmica ed intelligente. Era stato un periodo di tempo in cui le anime – come esseri angelici – originalmente sperimentarono con la libertà spirituale – e fallirono. Egli sapeva che c’è una verità cosmica in tutte le storie sulla guerra tra i figli della luce ed i figli delle tenebre. Storie di questo genere si trovano in Grecia, Scandinavia, Palestina, Persia, India e altrove. Quella verità cosmica è che vi è un nesso demonico fra i terroristi moderni ed i racconti di Cayce di molto antichi manipolatori del corpo, della mente e dello spirito umani, che praticarono in modo illecito in un’Atlantide vacillante per una forza seduttrice sempre presente – e un campo di forze – del male.
Chiamati i figli di Belial (3376-2, 416-1 e 820-1) ed avendo affinità con delle bande rinnegate di angeli, questi tipi di anime continuano a vagare sulla terra. Nelle letture di Cayce, essi sono il grande simbolo dell’arte dell’egoismo. Non appartengono ad alcuna religione particolare perché possono trovarsi in varie religioni e società in tutta la storia. Essi hanno creato degli ostacoli stravaganti all’unità spirituale umana, come i sistemi di caste, i sistemi sociali elitari, le inquisizioni, le crociate, il colonialismo, la schiavitù, le fratellanze “ariane”, la ‘Gestapo’, i Savak (la polizia segreta iraniana), l’”apartheid”, le “pulizie etniche” e cose simili. La loro caratteristica più sottile fu espressa da Paolo di Tarso in un’affermazione che dovrebbe farci riflettere quanto puri spiritualmente dobbiamo essere per discernere gli spiriti, specialmente quelli incarnati: “ E ciò non fa meraviglia, perché anche Satana si maschera da angelo di luce. Non è perciò sorprendente se anche i suoi ministri si mascherano da ministri di giustizia. La loro fine sarà secondo le loro opere.” (II Cor. 11,14-15)

Che esistano o meno le forze entropiche o demoniache o come volete..resta di fatto per me che rimane la colpa umana di non elevarsi e di farsi corrompere…non dobbiamo scaricare il barile e deresponsabilizzarci.

http://www.edgarcayce.it/media/angeliantichi.htm