Rispondi a: FASE CONCLUSIVA SULLA TERRA, PER COME E CONOSCIUTA, PROTESI VERSO IL NUOVO REGNO DI DIO ONNIPOTENTE.

Home Forum L’AGORA FASE CONCLUSIVA SULLA TERRA, PER COME E CONOSCIUTA, PROTESI VERSO IL NUOVO REGNO DI DIO ONNIPOTENTE. Rispondi a: FASE CONCLUSIVA SULLA TERRA, PER COME E CONOSCIUTA, PROTESI VERSO IL NUOVO REGNO DI DIO ONNIPOTENTE.

#140553

Anonimo

[quote1327316013=giovanni]

IN NOME DEL PADRE DELLA MADRE
[/quote1327316013]
“Ecco Io sto per mandare a voi il profeta Elia prima che venga il giorno del Signore, grande e terribile. E farà tornare il cuore dei padri verso i figli ed il cuore dei figli verso i loro padri, in modo che, venendo non abbia a colpire la terra con la distruzione.” (Malachì III : 23,24) (…)

Ma che cosa deve fare esattamente Elia per creare questo “cambiamento di cuori” tra padri e figli ? L’ultima Mishnà del trattato talmudico di Sotà (49b) descrive come nel periodo precedente alla venuta del Messia, prevarrà uno spirito di arroganza. Il senso di questa Mishnà è quello di una rottura totale delle relazioni tra genitori e figli, per esempio “i giovani imbarazzeranno i loro anziani e gli anziani staranno in piedi alla presenza dei loro figli”. Fondamentalmente, la Mishnà ci sta dicendo che prima che la redenzione possa diventare una realtà, il corso del mondo sarà rovesciato. (…)

Questa situazione ci viene suggerita nella Haggadà quando confrontiamo il figlio “saggio” e quello “malvagio”. Entrambi sembrano escludersi dal rituale, il figlio saggio chiede “Quali sono le testimonianze… che il Signore vi ha comandato ?”(Deuteronomio VI :20), mentre il figlio malvagio dice “Che cos’è questo culto per voi ?” (Esodo XII :26). E allora perché uno lo definiamo “saggio” e l’altro “malvagio” ? Le parole del figlio chiamato “saggio” sono introdotte nella Torà da “Quando tuo figlio ti chiederà…” mentre quelle del “malvagio” sono introdotte da “Quando i tuoi figli ti diranno…”. Il figlio saggio chiede agli anziani quello malvagio parla loro. (…)

Sia la Mishnà che il profeta Malachì (citato all’inizio) si occupano della fine dei giorni e se li mettiamo insieme scopriremo che sono in realtà l’uno l’antidoto dell’altro. La Mishnà ci riporta l’arroganza dell’età che precederà l’arrivo del Messia, il ribaltamento dei ruoli. Questa piaga morale è proprio ciò di cui si occupa il profeta, che parlando di Elia che verrà mandato prima del “grande e terribile giorno” per riportare il cuore dei padri verso i figli ed il cuore dei figli verso i loro padri. (…) Tratto da http://www.archivio-torah.it/feste/pesach/shabathagadol.pdf .

– – – – – – – –

Elia dunque è tornato un altra volta prima dell'avvento del Passaggio {Universale} o in alternativa di un Giudizio {sempre Universale} per riportare tutte le Fedi e Religioni alla loro Unica Sorgente, affinché il Mondo non perisca…