Rispondi a: Miracolo a Ground Zero

Home Forum L’AGORA Miracolo a Ground Zero Rispondi a: Miracolo a Ground Zero

#141180

Anonimo

[quote1333753483=prixi]

se perdi .. che rabbia !!! ti agiti e cominci a dire che sei sfortunato o che gli altri barano … perchè ti immedesimi a tal punto che stai quasi male … ma di che ? sempre per i fagioli
[/quote1333753483]
«CONDIVIDERE»

«Il terzo passo è condividere. Quando è presente il negativo, tienilo per te. Quando è presente il positivo, condividilo. Normalmente, la gente condivide la propria negatività; non condivide mai la propria positività. L'umanità è semplicemente stupida. Quando le persone sono felici, non condividono mai la loro felicità: sono estremamente avare! Viceversa, quando sono infelici, sono estremamente prodighe: in questo caso, sono prontissime a condividere. Quando la gente ride, economizza; ride con delle riserve. Viceversa, quando è arrabbiata, va totalmente in collera.
Il terzo passo è condividere la positività. Questo porterà il tuo amore a fiorire come un fiume che nasce dal tuo cuore. E quando condividi, il tuo cuore inizierà ad affiorare.
(…) Quando hai qualcosa, donalo!
Gurdjieff era solito dire: “Tutto ciò che ho accumulato, è andato perduto; mentre tutto ciò che ho donato, è rimasto mio. Tutto quello che ho dato è ancora mio; mentre tutto ciò che ho tenuto per me, è andato perduto!” E' vero, possiedi solo ciò che hai condiviso.
L'amore non è una proprietà da accumulare, è irradiarsi, è una fragranza da condividere. Più condividi, più possiedi; meno condividi, meno possiedi.
Più condividi e più qualcosa affiorerà dalla tua essenza più intima… è infinita, continuerà ad affiorare qualcosa di sempre più grande.
Estrai acqua da un pozzo, e una quantità d'acqua fresca molto più grande lo riempirà. Non prendere mai acqua da un pozzo, chiudilo, ed esso si impoverirà, e dopo un po' di tempo, la sorgente si inaridirà. Col tempo, quella sorgente morirà… l'acqua del pozzo imputridirà, stagnerà, marcendo. L'acqua che scorre è fresca… l'amore che scorre è fresco.
Perciò, il terzo passo verso l'amore è condividere la propria positività, condividere la propria vitalità, condividere tutto ciò che si ha: qualsiasi cosa hai di bello dentro di te, non accumularlo mai.
Condividi la tua saggezza, condividi la tua preghiera, la tua felicità, il tuo amore… condividi! Certo, se non c'è nessuno, condividi con i cani… ma condividi. Condividi con i sassi… ma condividi. Quando hai delle perle, gettale… non preoccuparti che vadano ai porci o ai santi… gettale! Ciò che conta è dare.
Accumulare avvelena il cuore. Ogni cosa accumulata è velenosa. Se condividi, il tuo organismo sarà libero da veleni. E quando dai, non preoccuparti che il tuo dare sia o non sia corrisposto. Non aspettare neppure un grazie. Sentiti riconoscente verso la persona che ti ha permesso di condividere ciò che avevi… non aspettarti nulla; non dire, in cuor tuo, che quella persona dovrebbe esserti riconoscente, perché tu hai condiviso qualcosa con lei… no, sentiti tu riconoscente, perché l'altro è stato disposto ad ascoltarti, a condividere con te un'energia: ha accettato di ascoltare il tuo canto; era disponibile a guardare la tua danza; non ti ha respinto, quando sei giunto con il tuo dono… avrebbe potuto farlo!
Condividere è una delle più grandi virtù spirituali, una delle virtù più grandi.» OSHO :yesss:

[quote1333753483=prixi]

a che serve tutto questo accanimento/attaccamento ?
[/quote1333753483]
Forse credono di essere infallibili e onnipotenti per cui ad ogni perdita ritrovano la loro vera natura {di esseri umani}, ma, ahime non abituati, si spaventano quando riscoprono di essere quello che sono. Gli pare “poco”. :hehe: