Rispondi a: Rocco Bruno

Home Forum L’AGORA Rocco Bruno Rispondi a: Rocco Bruno

#141778

Xeno
Partecipante

[quote1349214426=Tru]
Visto ulltima conferenza 90 per cento le stesse cose una cosa dice nuova.

Vangelo di tommaso

Se lo Spirito si trasforma in carne è cosa meravigliosa, ma se la carne si trasforma in Spirito, questa è la meraviglia di tutte le meraviglie

Tradotto
Se Gesu che e' una cosa spirituale diventa vivo cioe' carne e' meraviglia poi se torna spirito, questo e' incommensurabile perche' resuscita appunto nella carne.
Difatti questo ha fatto.
Noi spiriti diventati carne.. quando torneremo carne visto che morire vuole dire uscire dalla carne.[/quote1349214426]
Le parole di Cristo non vanno prese in senso letterale altrimenti non si comprende il senso.
Cristo parla alla parte Superiore dell'Essere e non alla parte inferiore (personalità o ego)
Chi ha orecchie per intendere intenda.
Un essere che sta realmente evolvendo arriva ad un punto in cui la materia per così dire perde consistenza e il corpo di carne perde senso (atomi e molecole) non è inusuale che in quello stato si abbiano fenomeni del tipo che il proprio corpo sia translucido o sensazione di ciò.
“Comprendere” lo spirito significa comprendere la consistenza della materia ed il vuoto di cui essa è fatta.
Nel momento che tale stato si presenta,vivi per così dire in due mondi:vedi il mondo di là e vedi quello di quà.
Sei nel mondo ma non di questo mondo
Pura fantascienza per qualcuno…ma è così.
D'altronde non si parla spesso (anche nel forum) di matrix, di modi paralleli,ecc..?

ps. il vangelo di Tommaso fortunatamente non è canonico….dato che l'istituzione aberrante (da aberarre distorcere o deviare) della chiesa non ci arriva o non vuole farci arrivare (capire) a questa profonda Verità

@rebel
la tua esperienza non significa niente o meglio non fraintendermi non significa niente nel discorso che si faceva sopra.Come esperienza in sè è notevole e non è da tutti
Ma il discorso è che non sei andato oltre la luce perchè qualcosa ti legava, e quel qualcosa è il proprio corpo.Fintanto che uno è legato ad esso in qualche modo,oltre non può andare e sapere cosa c'è dopo la luce.
E' un po come un bambino col palloncino che riempito di elio vola in alto,ma non può vedere oltre le nuvole perchè qualcosa lo lega ossia il filo (corpo)
Certo vede sopra la città più di quello che vedono gli altri……ma oltre, il filo glielo impedisce.