Rispondi a: Rocco Bruno

Home Forum L’AGORA Rocco Bruno Rispondi a: Rocco Bruno

#141849
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1354719464=Richard]
[quote1354717746=farfalla5]
[quote1354717457=pasgal]
A me non dispiace Dan, un giorno non dispiacerà manco a te.
[/quote1354717457]
Vorrei essere distaccata dalle emozioni, dai sentimenti, dalle illusioni….ma questo ancora non fa per me.
[/quote1354717746]
desiderare e lavorare per un miglioramento del mondo è necessario e ci mantiene in contatto con la nostra Anima
In questo caso non c'è da dispiacersi, evidentemente l'obiettivo fin dall'inizio di questo personaggio era (come anche io avevo percepito, ma mi piace giocare..) solo sfogare la negatività che prova verso questo sito di discussione o comunque dimostrare la propria convinzione di superiorità di pensiero
[/quote1354719464]
Io la vedo un po' diversamente, cioè, vedo cosa succede nella realtà mia, accanto a me e poi mi accorgo che anche qui su AG accadono le stesse cose. Vedo i giovani a casa mia in continuo subbuglio, litigano, polemizzano, non sono contenti di niente e hanno tutto. Delle volte ascolto di proposito le loro discussioni…non vado a leggere le loro cazzate su FB perchè lì sono tutti bravi solo a mostrarsi e a cazzeggiare. Sono così soli, sono così spaesati perchè anche noi siamo così. Ovviamente questo “noi” non significa che tutti siamo così…ma vedo che non ci sono più argini, non ci sono più limiti di nulla e di conseguenza va tutto verso caos. Probabilmente dev'essere così, va bene così, dietro un disegno a noi sconosciuto. Ma chi si trova nel centro dei suoi problemi e non trova chi lo può ascoltare e dura da sopportare.
Noi qui parliamo spesso di negatività, positività…ma sappiamo bene che tutti e due fanno parte della legge fisica di questo universo…e non possiamo solo accettare il positivo…magari.
Ma non sarebbe bello lo stesso ,perchè così facendo, non potremmo mai assaporare cosa sia il suo opposto che grazie al quale abbiamo sperimentato il bello.
Non so, fermiamoci qui, non voglio andare oltre….
So soltanto che le cose che accadono oggi sono così moltiplicate, ampliate, così assurde, così dolorose e egoiste, che di fronte a questo scenario è difficile rimanere equi.


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.