Rispondi a: Rocco Bruno

Home Forum L’AGORÀ Rocco Bruno Rispondi a: Rocco Bruno

#141878

sephir
Partecipante

[quote1355941398=Erre Esse]
[quote1355939906=sephir]

non sarebbe male, due rivoluzioni contemporanee… stiamo a vedere

[/quote1355939906]

Io faccio un tifo spropositato per qualcosa di simile, per una convergenza di cose, di fattori, un'[u]accelerata[/u] della situazione in senso positivo. Non se ne può più di tutta la merda ristagnante che ci circonda, di questa palude mefitica che è diventato l'occidente e soprattutto l'Italia.
Però mi continuo a domandare da un bel po': non sarò mica vittima, senza quasi rendermene conto, del noto gioco “problema-confusione/reazione-soluzione”?
Magari i miei sentimenti di disgusto, insofferenza, schifo, sono suscitati apposta dai “manovratori occulti” (chiamiamoli semplicemente così, senza nomi esotici) per poi far sì di presentare la ricetta giusta, al momento giusto, la famosa “soluzione” del problema, a cui abboccheremo tutti perchè ci sembrerà il paradiso in confronto a prima. Ed è invece decisa negli stessi ambienti (più o meno) da cui ha avuto origine lo schifo attuale.
Ma forse mi sto facendo troppe paranoie, però…'sto Movimento5Stelle continua a non convincermi, è troppo finanziato, troppo organizzato, troppo pubblicizzato…non è qualcosa di tanto “alternativo” in fondo. L'uomo-immagine del M5S, Beppe Grillo è un uomo di sistema, un uomo della Casta (come Benigni, tra l'altro), conosce bene gli ambienti della Rai, della Telecom, e un po' quelli del Vaticano persino. Possibile che sia solo una cellula impazzita del sistema?
Nonostante non mi convinca fino in fondo nemmeno Leo Zagami, però ultimamente ha fornito delle informazioni su Grillo, il M5S, la Casaleggio, e tutto quanto, che non fanno ben sperare sulla “rivoluzionarietà” del Movimento.
Inoltre, personalmente, ho colto degli indizi, delle intuizioni (come forse sapete, tendo a cogliere i sincronismi) che hanno approfondito certi miei dubbi. Due copertine de “L'Espresso”, una nera e una bianca, uscite a poca distanza l'una dall'altra, ad aprile/maggio: quella nera rappresentava una foto del volto in B/N di Mario Monti, che evidenziava la sua aria da grigio burocrate, e una scritta: “Se non ce la fa neanche lui”, quella bianca rappresentava la faccia di Grillo sul corpo del GrilloParlante di Pinocchio della Disney, e la scritta “Il Grillo rampante.”
Che dite? Fase A e Fase B dello stesso motore? L'opera al nero che prepara l'opera al bianco?
Scusate se sono andato fuori argomento (Rocco Bruno.)
[/quote1355941398]

erre esse, sono sulla tua stessa barca, e credo che ormai la barca sia talmente piena che ci servirà uno yacht! 🙂
Scherzi a parte, credo che non se ne esca fuori se non tramite il proprio sesto senso, perchè anche a me puzza tutto, grillo per primo, lette troppe cose strane… se questo è il fine delle agende occulte di qualcuno non lo so, ma non dobbiamo perderci fra i labirinti.
Si rischia poi di mettere ogni cosa in dubbio, e questo è pericoloso, ci penso spesso… ci vuole un potente magnetismo e una grande dirittura interiore per una persona che si metta in vista per rimanere intoccato da tutti i tranelli e non cadere nelle brame del potere… dell'ego.
quel che mi chiedo è: e se l'm5s come si dice fosse parte del gioco nonostante la buonissima fede della gran parte delle persone coinvolte, e se ovviamente tutto il resto è milioni di volte peggio, e se poi pensiamo che tutto questo è stato voluto, cosa rimane ?
dico che è un vicolo cieco e che quindi non è questa la strada da seguire.
INoltre non si può controllare ogni cosa, e se pure in m5s c'è qualcosa di storto (casaleggio etc) le persone all'interno potrebbero davvero fare la differenza… qualcuno lo manipoli, ma tutti non ci riesci!
Facciamo il gioco (e lo dico anche a me) di chi vuole il potere se pensiamo che su ogni cosa non vi sia possibilità di onestà ma sempre debba prevalere il marcio… tanto si sa la dualità è ovunque qui… una cosa è certa: credo che ogni persona che acceda o voglia entrare nella scatola del potere/stato/regime, abbia già in partenza caratteristiche atte all'essere succube di varie dinamiche del potere, chi non è così raramente riesce ad accedere ai piani giusti. spesso non lo desidera affatto perchè è un essere sveglio con altri progetti e, se lo fa, dura poco… bisogna dunque che cambi la struttura della società e siccome la cosa è come minimo ardua, l'unica soluzione risiede nel nostro percorso comune e individuale di crescita interiore, nell'informazione giusta, nella spiritualità meno new age possibile e direzionata verso lo sbrigliarsi da tutti i vincoli che bloccano la vita, la libertà e la relazione con gli altri esseri liberi, nel riappropriarsi della terra e delle nostre capacità di autosostentamento e nella relazione fra persone in comunità sempre più esterne al sistema odierno (aggiungo l'importanza della moneta di scambio), non solo virtuale… votare poi è un altro discorso, se ne parlerà… (chiudo ot da rocco bruno)