Rispondi a: allevatore

Home Forum L’AGORÀ allevatore Rispondi a: allevatore

#142515
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

[quote1350330141=DESTINO]
[quote1350329608=InneresAuge]
[quote1350306552=DESTINO]
grazie del consiglio,lo sto facendo personalmente (di carne ne mangio giusto una porzione a settimana) ma il mio “bilico” non si tratta di: mangiare o no carne ma : allevare o no animali che poi dovro uccidere?? forse è complesso perche è SOLO un mio dubbio; in forum di allevatori mi danno una e piu ragione per difendere la loro “passione”, qui sapevo che avrei incontrato persone “contrarie”! in piu il mio maestro zen mi disse”” mangiare carne o non mangiarla? non è un obbligo: se vuoi mangiala se non vuoi non mangiarla!!”” non si puo passare la vita a non uccidere proprio nulla,pensa alla zanzara che uccidi!! oppure alla mosca che schiacci!! non c è un obligo!!
[/quote1350306552]

Pensa questo, uccidere per leggittima difesa un killer è lo stesso di uccidere un bimbo per “piacere”?…
Non si può mettere tutto in un unico calderone… diventa un non-sense… Paragonare un insetto parassita, che per giunta ti molesta, ad un mammifero che si limita a brucare l'erba etc… O-O

Poi ripeto, uno si può lasciare andare dove lo porta la società, lascia decidere agli altri, come fa una pecora dietro i pastori… seguendo la massa non-pensante, non è difficile…
[/quote1350329608]
……..onestamente la vita è vita,un insetto a lo stesso valore di un mammifero,sempre secondo me; questo tuo ragionamento è dovuto al credere che un mammifero a piu valore di una zanzara? non sono d accordo; la frase del maestro zen mi ha indicato solo che il problema me lo pongo in termini di un mio problema; nella realta del mondo commettiamo sempre omicidi piu o meno consapevoli ma pur sempre reali!
[/quote1350330141]

La vita è vita, ma non puoi paragonare un insetto ad un mammifero come un microbo.
Sono tutte e tre forme di vita, ma non hanno egual peso. In natura tutto funziona per gradi…
Inoltre io non vado fuori ad uccidere insetti per stiparli e cibarmene… assolutamente, li rispetto perché anche loro fanno parte di questo progetto.
Se fossi alle strette, per leggittima difesa, ucciderei pure un uomo… non ne sarei felice, ovvio,
però mi pare sia differente da un serial killer… non trovi?!

Se invece si fa di tutta l'erba un fascio, si rischia di finire dalla padella dell'ipocrisia, alla brace del “non vedo più bene, quindi esiste solo il bianco e nero!”

Invece il dire, ma tanto amazzi i microbi allora ammazziamo tutti e tutto? Che ragionamento folle è? Un omicida potrebbe giustificarsi usando lo stesso modo di ragionare! Quello del tuo “maestro Zen”, secondo me è un modo stupido per lavarsi la coscienza…
Non esiste proprio, del resto, se il ragionamento fosse coerente, sarebbe vero che è giusto che chi mangia carne possa uccidere anche la forma di vita umana… Come fai a non andar in giro ad ammazzare i grandissimi str…zi che vedi in giro? :hehe: :hehe: :hehe:
Oppure se dovessi salvare, tra un bimbo e un anziano, l'anziano dicesse: anche la mia è vita!!! Ok anche la tua, ma il bimbo ha ragionevolmente una vita davanti a sé… eppure con la “ragione” le capiamo queste differenze, o no? Che però non giustificano il fatto che me ne vado ad amazzare anziani in giro perché tanto sono solo anziani… O-O 😀

Mi ha molto colpito come fanno il “Paté de foie gras…”, osceno, orribile… e schifoso. Però noi siamo esseri “umani” eh… umani starebbe a significare con un cuore, eh si, un cuore che si accende e spegne a convenienza però…

Dal minuto 1 e 37 secondi:


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato