Rispondi a: allevatore

Home Forum L’AGORA allevatore Rispondi a: allevatore

#142545
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

Mi pare che sia tutto il contrario: conformandoci alla massa e alla società, neanche ci guardiamo dentro… e nemmeno fuori.
Non guardiamo negli occhi gli animali, perché li filtriamo con i nostri pregiudizi… che spesso sono [link=http://it.wikipedia.org/wiki/Antropocentrico]antropocentrici[/link].
Seguiamo il corso del fiume senza mai essere padroni del proprio destino, neanche un pò… e senza usare ne' la ragione, ne' la coscienza.

[quote1350503724=pasgal]
[quote1350484748=InneresAuge]
[quote1350479226=pasgal]
[quote1350457084=InneresAuge]
[quote1350436816=pasgal]
Destino tu come ti vesti, metti il pantalone o la gonna? Metti le mutande?
[/quote1350436816]
Beh per mettermi le mutande non ammazzo nessuno PERO'…
[/quote1350457084]
Non mi riferivo alla questione scarpe di cuoio o vestito in pelle prodotto con la pelle degli animali. Probabilmente il quesito che ho posto non è stato ben argomentato.[/quote1350479226]
No, infatti, non mi riferivo a quello. Quello che ho capito io è che intendevi dire che è “una scelta”.
Io sono per la libertà, sono quasi un libertario… però la libertà si ferma dove comincia quella dell'altro, “essere” (in questo caso).
[/quote1350484748]

Io parlavo proprio della libertà.
Tu quando ti alzi la mattina sei sicuro che tutto quello che fai è la realtà? Quale è la realtà?

L'uomo mette il pantalone e la donna la gonna. La cravatta… gli auguri…

Ti sei mai posto la domanda: ma tutto quello che faccio è normale o indotto?

Avere un parere certo, sicuro, a mio avviso è difficile, soprattutto quando ci si rende conto che sono troppe le cose “indotte” che facciamo.[/quote1350503724]

Mangiar carne infatti, ignorando la pietà, e l'animale che ci sta dietro, è indotto, infatti…
Quello a cui ti riferisci, si chiama “usi e costumi” di una società. Ed è palese che, anche l'abbigliamento, è una delle tante, tantissime cose a cui siamo indotti sin da piccoli…
La coincidenza vuole, che quando ho letto la tua risposta, stavo per inserire questo articolo e visto quello che hai detto lo metto qui anche se parzialmente OT (non ho ancora visto il video):

[size=24]Alan Watt: Scioccare e Sorprendere. Persuasione di Massa

aspetteranno che siano i media a pensare per loro”
Z. Brzezinski

IxR – In questa intervista realizzata da Alex Jones, tradotta da Heimskringla e sottotitolata da moksha75ar, lo scrittore, ricercatore e presentatore radiofonico Alan Watt ci parla della persuasione di massa, ossia l’insieme delle tecniche psicologiche mediante cui la popolazione viene regolarmente indotta ad assorbire e far propri pensieri, atteggiamenti e comportamenti attraverso cui le elite dominanti riescono a controllarla e manovrarla agevolmente.

Ci da l’ennesima conferma di come nel corso dell’ultimo secolo ogni singola innovazione sociale che il ‘pubblico’ sia stato indotto a ritenere spontanea e di matrice popolare, sia stata in realtà accuratamente progettata ed impiantata nella coscienza collettiva attraverso l’uso di mezzi di comunicazione di massa quali il cinema, la televisione e la cosiddetta ‘informazione’.

Watt si sofferma a parlarci della funzione ‘egregorica’ dello sport e del fenomeno della tifoseria; del lavaggio del cervello indotto da soap opera e film, e di come molte delle ‘esigenze ed innovazioni sociali’ emerse nel corso del secolo scorso perseguissero una serie di politiche oligarchiche che attraverso alcuni ‘esempi eccellenti’ la gente fu indotta a percepire come ‘proprie’.

E’ giunto il tempo di sfruttare i mass media per rivoltarli contro i burattinai. E’ infatti proprio scovando e decodificando i messaggi meta-comunicativi celati allo interno della comunicazione di massa (e nemmeno troppo difficili da individuare, una volta acquisita la opportuna forma mentis) che le persone comuni possono crearsi una idea precisa circa gli espedienti con cui il sistema intende perpetrare il suo dominio su di esse.
Buona visione.

Manipolazione Mentale: Prigionieri del Pianeta TV – Alan Watt

https://www.youtube.com/watch?v=dYL0EAqW_xg


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato