Rispondi a: Messaggi da altri “mondi”

Home Forum L’AGORÀ Messaggi da altri “mondi” Rispondi a: Messaggi da altri “mondi”

#142707
Manuelito
Manuelito
Partecipante

continuando…
Messaggi da altri mondi….ma anche da altri tempi…

Il futuro non è statico, ma dinamico. Sono centinaia di migliaia le persone che hanno vissuto su questo pianeta fino ad ora e che hanno denunciato in qualche modo di riuscire a visionare eventi che ancora si devono verificare.
La maggioranza di loro, specie per le previsioni a lungo termine, in genere fallisce miseramente. La spiegazione del fallimento, secondo il mio parere, non sta nella truffa, ma in un aspetto tecnico. Escludendo quei casi di personaggi furbi ed imbroglioni (che sono dappertutto) chi ha una visione del futuro, spesso fallisce perché non considera un aspetto fondamentale, la dinamicità del futuro. Chi ha visioni del genere, sta guardando in pratica fuori dall’”ologramma”. Qui lo spazio è il tempo si annullano…o meglio si sovrappongono talmente, che è come se si annullassero.
Detto in parole povere se si riesce a connettersi all’”archivio generale” di tutte le esperienze, pensieri e azioni degli esseri che hanno sperimentato, che sperimentano e che sperimenteranno sul pianeta Terra, si ha un quadro totale non solo di quel che è stato e di quel che sarà, ma anche di quel che sarebbe potuto essere stato e di quello che potrebbe essere. Mi spiego meglio….o almeno ci provo…

Il gioco nell’ologramma (realtà con cui interagiamo) funziona così:
La matrice è energia (quando dico “energia” parlo della “traccia” della materia e dell’onda, prima che diventi l’una o l’altra) Su questa matrice è possibile generare di tutto (e quando dico tutto, intendo tutto quel che è umanamente immaginabile e moltissimo di più!!)
L’energia per far in modo che tu (entità) possa operare deve essere…diciamo “multitasking” cioè deve avere a disposizione tutto il necessario nel caso tu prenda una via anziché un’altra e operare su più futuri. Diciamo che l’energia non deve mai farsi trovare impreparata….esempio: sei a cena con la tua ragazza, vuoi chiederle di sposarti.
L’energia in questi casi, ha già predisposto vari “futuri”. In pratica è come se l’energia si preparasse alla tua scelta….e allora forma delle probabilità. In una di questa ci sei tu che chiedi di sposarla e lei si commuove, ti sorride, ti da un bacio e ti dice di si. In un altro futuro “probabile” ci sei tu che le chiedi di sposarti e lei si fa una grassa risata e ti dice di si (e per l’emozione rovescia il bicchiere di vino sul tavolo). In un altro invece, ci sei tu che le chiedi di sposarti e lei che tituba…e ti dice: “Lo sai ti voglio bene, però non sono ancora pronta…” un altro ancora in cui lei ti risponde di no! Un no secco. In un altro mentre glielo chiedi, passa il cameriere e le rovescia tutta la zuppa addosso…e non riesci più a farle la domanda…ci sono infinite varianti che creano infiniti futuri. L’energia si prepara a tutti gli eventuali scenari, però l’energia non è che fa di testa sua ( è sempre lei che comunque ti ha acceso gli scenari prima del tuo passaggio mentre tu sceglievi)…ma sa dove la storia potrebbe andare a parare, specie nell’immediato…per cui, se tu e la tua ragazza vi amate e rispettate tanto, se tutto sommato te lo aspetti che lei dica di si e che cacci la lacrimuccia, l’energia in questo caso c’ha gioco facile…in pratica fluisce indisturbata verso la probabilità che quasi sicuramente vivrete entrambi (tu e la tua futura moglie) cioè una bella serata e un si.

Una previsione del genere la potrebbe fare anche un principiante.

Quando invece si va a leggere quello che l’energia ha inscenato per voi (sempre te e la tua futura moglie) fra cinque mesi, o addirittura fra cinque anni, cioè dopo cinque anni di matrimonio, qui il discorso cambia. I tempi sono maggiori e l’energia per quel periodo ha predisposto molto più chiaramente vari tipi di scenario probabili. Ci sono ancora troppe scelte da fare, sia da parte tua, che da parte di tua moglie e le cose che potrebbero accadere sono ancora tante, ma l’energia comunque se ne fotte e prepara ugualmente gli scenari che tu vivrai nel caso gli scegliessi, certo avrà preferenza di dettagli per quello più probabile, ma comunque ne costruisce vari.

Io (che leggo nel futuro) in questo caso posso fare una previsione di quel che sarà in questo momento il futuro, ma non di quel che sarà davvero il futuro quando verrà il momento, cioè vedrò la probabilità maggiore al momento della visione, ma basterà che qualcosa di sostanziale cambi, che io farò una ricca figura di merda, cioè mi farà fallire nella previsione.

Altro esempio: io leggo il futuro e vedo che domani mattina alle 9.00 un terrorista farà saltare in aria un palazzo. Nove su dieci, il palazzo domani salta. Primo perché tutta l’energia che ha lavorato fin ora col terrorista sa che comunque lì si è indirizzati (l’esplosione della bomba) e lì si andrà. Secondo, il tempo è breve…certo potrebbe sempre capitare qualcosa di radicale che cambi il tutto (questo l’energia lo sa e lo ha anche predisposto) ma diciamo che le probabilità sono scarse e quasi sicuramente domani mattina un palazzo salterà in aria e io avrò azzeccato la mia previsione. Se invece prevedo che fra sei mesi un terrorista farà saltare in aria un palazzo, ci sono molte più probabilità che la cosa possa anche non accadere.
Al momento della mia visione, il terrorista se ne sta a casa sua a bere birra e studiare il piano per come far saltare il palazzo, non ha ancora comprato l’esplosivo, non sa ancora bene come fare, ma la sua idea prende sempre più corpo e si avvia a concretizzarsi. Se nulla cambia, l’idea si rafforzerà e inevitabilmente si realizzerà. Potrebbe variare in alcuni aspetti, cioè l’orario dell’attentato…o addirittura il luogo…perché durante l’evoluzione del progetto, casomai all’ultimo istante, il terrorista ha dovuto cambiare l’obiettivo, ma, fra sei mesi, un palazzo esploderà comunque.
Potrebbe anche succedere che il terrorista cambi idea…che so perché si pente (improbabile) o perché la madre morente gli fa promettere di non farlo (abbastanza improbabile) il terrorista finisce sotto ad un treno (improbabile) o viene arrestato (probabile) o si mette nei guai prima dell’attentato (probabile) posso continuare per circa 200 pagine…e l’attentato non avviene.
Il futuro è dinamico, cambia…e lo fa anche riguardo le previsioni di catastrofi. Ha le prerogative per essere tutto e te lo fa vedere, ma poi realmente quel che sarà con esattezza, lo si saprà solo quando capiterà, o al massimo qualche ora prima. Tutti gli altri scenari che l’energia aveva comunque preparato, per te si spengono e si accende solo quello che tu hai scelto fino alla fine.

Come ho accennato prima, non solo si può vedere quel che sarà, o potrebbe essere, ma, con lo stesso metodo si può vedere ciò che è stato, ma ancor più incredibilmente, anche ciò che potrebbe essere stato, ma non lo è stato mai…
Perché tutto quello che non è stato qui, è stato da qualche altra parte. Secondo il principio, che anche noi ben conosciamo, che nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma, gli scenari che l’energia ha preparato, ma che tu (o l’umanità intera) non hai scelto, non scompaiono definitivamente, ma ne rimane comunque traccia.
Sembra pazzesco, ma anche il passato in qualche modo è dinamico. Qui il discorso diventa ulteriormente complicato e non credo di essere ancora in grado di esprimere bene il concetto…credo sia troppo per una mente umana che sperimenta in terza dimensione.

Comunque, chi canalizza in pratica è come se facesse da antenna, i mittenti dei messaggi sono vari, alcuni provengono da altre dimensioni, altri provengono da questa dimensione, addirittura alcuni provengono da umani come noi (se si capisce come funzionano le onde e come si propagano chiunque potrebbe parlarti nella testa, o farti scrivere quello che vuole)…altri arrivano da altri “tempi”…ma non finisce qui…