Rispondi a: La questione Ucraina

Home Forum L’AGORA La questione Ucraina Rispondi a: La questione Ucraina

#144461

Omega
Partecipante

[quote1402036610=orsoinpiedi]
Ritengo fuorviante parlare sempre di USA.
Gli USA non sono altro che il braccio armato dei poteri finanziari.
[/quote1402036610]

Non vorrei insistere, ma siamo sicuri che questi poteri finanziari riuniti che decidono le sorti delle nazioni siano così autonomi, come credono i “complottisti” doc di ultim'ora e un po' ingenui? E come mai troviamo le medesime tendenze – ad arraffare le preziose risorse del Pianeta vivente – da parte della casta a destra, a sinistra, in Oriente, in Occidente, a Settentrione, a Mezzogiorno – praticamente ovunque? No, secondo me tutto questo non è casuale e quelli non sono indipendenti, ma _nostri_ dipendenti. Il cosiddetto governo ombra, ammesso che esista ovvero il burattinaio globale, è l'espressione diretta della coscienza (o incoscienza) collettiva dell'Umanità attuale nel suo insieme. Qual'è la massima aspirazione della maggioranza nella vita Terrena? Se fermi la gente per strada quindi gli fai un paio di domande esistenziali mettendo l'interlocutore nelle condizioni psicofisiche di rispondere sinceramente e non di farti raccontare quello che vorresti sentire da lui/ lei, ebbene risulterà che il loro desiderio più grande è lo stesso ed è sempre stato scendere in politica o una cosa equivalente per sistemare amanti, mogli, figli, cognate, suocere, nipoti, padri e pronipoti – e se derubare uno Stato dunque i tuoi Fratelli non fosse sufficiente per stanare e “superare” la sete di denaro («radice di ogni male») si cerca di farsi amici le Mafie oppure i Banksters di turno o tanti altri demòni in circolazione. Ora, se è ciò che candidamente desidera il popolo, perché mai gli amministratori del Regime dovrebbero avere aspirazioni migliori, più elevate, “spirituali”? Come in basso, alla base della piramide, così in alto tra i loro padroni. Qualcuno disse “La vita è brutta se la rendiamo brutta.” perciò finché l'Essere umano si crederà uno schiavo (che non è) non potrà liberarsi di certi “Arconti” in questo caso intesi come il Principio Distruttore, o chi per loro. Le guerre si fanno per vendere le armi e conquistare territori, anche indirettamente. Come? Attraverso l'imposizione delle regole del finto “vincitore”. Ma perché si vuole produrre e poi vendere le armi, o conquistare territori se non per ricavarne un guadagno economico – dunque per sistemare amanti, mogli, figli, cognate, suocere, nipoti, padri e pronipoti? E' chiaro che l'uomo medio o “comune” o mediocratico in una TVcrazia {ancora} non riesce a pensare in termini di 'Essere', al posto di 'Apparire' o 'Avere', pertanto nessuna sorpresa da parte mia.