Rispondi a: La reincarnazione esiste?

Home Forum L’AGORA La reincarnazione esiste? Rispondi a: La reincarnazione esiste?

#144498

Xeno
Partecipante

[quote1397936524=orsoinpiedi]
Ciao Xeno
Cito
“La natura mentale dell'”Io Sono”, le è estranea; come dire, nella consapevolezza non c'è “io sono consapevole”,la consapevolezza non è dell'io. La coscienza è un attributo, so di essere conscio; la consapevolezza non è un attributo, non può esserci un io cosciente della consapevolezza.”

Non ti sembra una contradizzione?Mi spiego:la consapevolezza,quest'umus eterno ed universale non ha coscienza(non ha esperienza di “se”),pertanto per arrivare alla propria identificazione necessita di coscienza,intesa come esperienza.
Questa esperienza puo essere data,forse in parte od in toto,solamente dalla vita,tanto che,come tu affermi”Creare un “identità”eterna è ciò che manca, anche se siamo eterni…e finchè non la si realizza, si è costretti ad esserci senza sapere chi o cosa.
Ma questo può avvenire se c'è consapevolezza e non una macchina che dorme inconsapevole”

Ecco allora lo scopo della vita è non solo l'acquisizione dell”io” ,ma il saper che la vita stessa ha uno scopo superiore e non il mero e solo vivere.[/quote1397936524]
Esatto
[quote1397936524=orsoinpiedi]
Per estensione direi che dopo la morte l'IO consapevole e cosciente non muore.
Il problema è:può questo “IO”reincarnarsi?Secondo me si e no.
No perche l'”Io” ha raggiunto il suo scopo.Si, perche la sua memoria rimane e per una certa sintonia può riverberarsi su una nuova vita(Akasha)
[/quote1397936524]
Il punto qui e che mi differenzia dal comune pensiero da molti accettato,è che la tua memoria non viene persa ma non te la porti nemmeno dietro;viene a trovarsi nell' Akasha come citi.
Tutte quelle testimonianze di persone che ricordano le vite passate attribuendole a sè, non necessariamente è così anzi è sicuramente il contrario.
Il punto è che l'accesso a quest'area anche se disponibile a tutti,non tutti anzi direi pochi riescono ad accedervi.
Ma personalmente come dicevo sopra non è importante poter ricordare la vita precedente (anche perchè persa fra milioni di altre vite di altre vite) perchè non è questo il nostro scopo.
Non sò se hai mai avuto quella sensazione di “esserci stato sempre”…beh io lo sempre avuta.Ebbene credo che sarà sempre così anche la prossima vita come la si vuol chiamare.A meno che…
A meno che non “interviene un qualcosa” (o meglio fai si che intervenga qualcosa)
Mi rendo conto che il limite che hanno le parole rendono difficile farsi capire ed inoltre si cerca di comprendere attraverso uno strumento (mente) non adatto alla comprensione di tali “concetti”.
Credo che le risposte arrivano ,quando arrivano,da tutt'altra parte (diamogli il nome che vogliamo è solo un nome )
Ci sono persone (milioni) che non frega niente di quello che stiamo dicendo:le chiamiamo dormienti.Persone che da quando nascono a quando muoiono non gli passa per la capa di prendere in considerazione questi diciamo concetti.
Ma è bene che sia così non è una questione di chi arriva prima o chi arriva dopo è solo che è arrivato il momento per alcuni per altri arriverà.. chissà.
Ma se si è una di quelle persone che si pongono certe domande è bene continuare per quella strada…..probabile sia il proprio turno per delle risposte.
Non è singolare che ti poni queste domande orso?

Ma poi per finire: ma chi l'ha detto che la sola esperienza umana è la sola possibile per un Essere?
Non è che forse forse abbiamo l'abitudine di antropomorfizzare sempre la faccenda?
E questo modo di pensare non deriva proprio perchè siamo in questo momento umanizzati?(nel corpo)
Due domande su questo ce le vogliamo fare?
O ci basta guardare nosso lar che secondo me limita e svia la ricerca in merito,e siamo convinti che sia così tutta la faccenda?

Mah, orso credo sia stato molto prolisso e forse non ho detto un bel niente #sudo

#bye

ps. tieni presente che anchio sono percosì dire….work in progress