Rispondi a: Il barbiere esiste

Home Forum L’AGORA Il barbiere esiste Rispondi a: Il barbiere esiste

#144559
Jc
Jc
Partecipante

[quote1398883499=Manuelito]

Ecco il punto! Era qui che volevo arrivare. Ho il sentore che il problema sia proprio qui. L’umano non riesce a “ragionare” andando oltre le informazioni preconfezionate che gli vengono date. Il busillis è tutto qui.

Ma come è possibile ciò? Cosa è accaduto (o accade ancora) di così determinante da non permettere all’umano (adulto) di trovare nuove conformazioni uscendo dagli schemi preordinati dal Lucifero di turno?

Cosa si è radicato talmente nella nostra indole da non permetterci una giusta ed adeguata apertura mentale? Visto e considerato anche che, molto probabilmente ci troviamo in una fase di “fine ciclo” cioè i giochi dovrebbero oramai essere fatti…e noi bene o male, abbiamo le stesse credenze e convinzioni di qualche millennio fa.

[/quote1398883499]

Sinceramente non ho una risposta, perchè percepisco un limite invalicabile alla trattazione della questione, al di là del quale comincia ad essere arduo mantenere dei riferimenti.

Una cosa però è certa, e cioè che il mondo non sembra adatto a fornire le risposte che servono a spiegare la sua natura profonda. Tutto ciò non fa altro che aumentare i miei sospetti sul fatto che il “non riuscire ad andare oltre un certo limite” faccia parte del gioco.
E se vuoi il mio parere, non penso siano schemi preordinati dal lucifero di turno, quanto una regola necessaria che ci impedisce di andare fuori rotta in questioni che per il momento, non devono toccarci, altrimenti è vana la nostra presenza qui ed ora.
Con ciò non intendo dire che l 'uomo non debba indagare, anzi, quando ci si comincia a domandare di questioni vertiginose, potrebbe essere un chiaro segnale che la materia comincia ad andare un pò stretta…

Fine dei giochi? Nessuno lo sa, poichè siamo incapaci di immaginare un' esperienza superiore a quella attuale, allo stesso modo con cui un gatto non riuscirebbe mai a realizzare l' esperienza ricca di dettagli e sfumature emozionali a cui noi siamo sottoposti.