Rispondi a: 24 Novembre 2010

Home Forum MISTERI 24 Novembre 2010 Rispondi a: 24 Novembre 2010

#14581
prixi
prixi
Amministratore del forum

[quote1290811198=Richard]
5.2 – LA PROVA CHE IL CUORE DELLA TERRA E’ UN PLASMA LUMINOSO

… Tuttavia, una volta che comprendiamo che sia la gravità sia le onde di torsione sono forme di energia eterica che scorrono continuamente all’interno della Terra, ecco che troviamo una fonte di energia che può passare senza sforzo attraverso la materia fisica e rifornire la fonte di plasma nel centro della Terra.

… la Terra è continuamente “influenzata” dalla radiazione del campo torsionale del Sole e dalle “particelle” energetiche che vi scorrono attraverso.

Una fonte di energia che fluisce liberamente nel centro della Terra, in conseguenza dei cambi del Sole, tiene conto di queste anomalie molto più facilmente rispetto all’idea che il centro della Terra sia un grosso pezzo di metallo solido.

9. Il ruolo della gravità come forza formativa. Nel nostro modello, la gravità è un movimento all’interno della Terra di energia eterica che vi crea materia ed energia in ogni momento. Una volta che andiamo in profondità oltre i 2700km o 1.678 miglia, c’è un grado di forza gravitazionale diretta in uscita dal centro maggiore di quella diretta verso il centro. Ciò mostra il ruolo [importante] della gravità nella formazione del centro della Terra, similmente all’effetto Biefield-Brown, che mostra che la nuvola elettronica negativa corre verso il nucleo positivo. Una volta che l’energia che scorre converge al centro della Terra, una parte di essa torna verso l’esterno, creando queste anomalie gravitazionali.

10. Vento plasmatico che emerge dalla Terra. La sonda spaziale Dynamic Explorer della NASA ha determinato che un vento plasmatico emana dai poli della Terra in aggiunta al vento che scorre dentro i poli. Questo dimostra la qualità dell’energia sia in entrata sia in uscita che avviene in queste aree, che sarà discussa più approfonditamente nei capitolo che seguono.

5.3 – IL MODELLO DEL TERREMOTO ETERICO DI WILCOCK

Basandoci su tutte queste prove, possiamo chiaramente vedere che esiste un rimarchevole parallelismo tra il modello eterico dell’atomo come toroide sferico e le formazioni di plasma di grandi dimensioni come il cuore della Terra. Come Pasichnyk e molti altri hanno documentato, incrementi dell’attività solare sono strettamente correlati con gli incrementi nel numero e nell’intensità dei terremoti sulla Terra. Quando avvengono questi terremoti, spesso si osservano anche formazioni anomale di plasma. Un ulteriore supporto a questo concetto si ha nel fenomeno dei “radar angels”, dove gli operatori radar rilevano frequentemente falsi segnali su aree della Terra geofisicamente attive. La maggior parte dei radar ora sono equipaggiati per schermare questi segnali, che pare siano causati da sfere di plasma in gran parte invisibili che vengono continuamente espulsi dalla Terra nelle regioni sismicamente attive.

E allora, cosa è esattamente un terremoto? Presentiamo quanto segue come una ragionevole supposizione, basata sulle prove presentate nel corso di tutto questo libro:

*

Si comincia con un’improvvisa ondata di attività energetica, come potrebbero essere i brillamenti solari o altre fonti di cui discuteremo più avanti.
*

Questa ondata incrementa improvvisamente il quantitativo di energia che scorre nel centro della Terra.
*

La quantità totale di plasma luminoso nel centro aumenta di conseguenza.
*

Tuttavia, dalla Terra non c’è una decrescita nella pressione per circondare e contenere il plasma, quindi l’energia extra non ha nessun posto dove andare eccetto l’essere compressa sotto una maggiore quantità di pressione.
*

Basandoci sulla semplice fisica eterica, se l’ondata di energia è sufficientemente alta, allora questo improvviso incremento di pressione spinge una parte del plasma a dislocarsi in una densità superiore di energia eterica.
*

Una volta che il plasma raggiunge una densità superiore, può passare agevolmente attraverso la materia fisica di densità inferiore, dando alla Terra quei connotati che noi ora conosciamo e misuriamo.
*

A questo punto, il plasma non viene più trattenuto nel centro della Terra dalle imponenti forze di pressione, ma è libero di evadere dal centro della Terra grazie alla forza centrifuga.
*

Ora, in questo stato di densità superiore, il plasma ribolle verso la superficie del pianeta, così come le bolle d’olio emergono verso la superficie dell’acqua.
*

Dal momento che la pressione scorre sempre dall’alto verso il basso, il plasma si muoverà naturalmente verso l’area di minor densità di energia eterica in prossimità della superficie terrestre.
*

Lo spazio “vuoto” è molto meno denso della materia solida, e quindi ha una minore densità di energia eterica.
*

Pertanto, una frattura della crosta terrestre, che è relativamente vuota, possiede una minor densità di energia eterica rispetto alla materia solida circostante.
*

Il plasma in movimento viene attratto naturalmente in tali fratture
*

Una volta che il plasma raggiunge questo spazio, la pressione si allevia, e una parte di essa torna a ridislocarsi al suo originale stato di plasma che aveva nel centro della Terra.
*

Comunque, dal momento che la temperatura è ora molto inferiore, parte del plasma si raffredda immediatamente.
*

Non appena il plasma improvvisamente si raffredda, cristallizza in nuova materia fisica.
*

Questa nuova materia si forma quasi subito lungo i bordi della frattura
*

Ricordate che quando l’acqua cristallizza in ghiaccio, si espande. Similmente, il volume del plasma cresce quando si raffredda (trasformazioni di stato) in materia fisica.
*

Quando si crea questa nuova materia può essere rilasciata una grande forza esplosiva, dal momento che spinge lateralmente le zolle che stanno intorno al sito della frattura.
*

Quando ciò avviene può verificarsi un terremoto se la quantità di materia è abbastanza grande da causare uno slittamento lungo la faglia.
*

In molti casi, parte del plasma rimane in uno stato di densità superiore, e continua a fuoriuscire attraverso la superficie terrestre. *

Non appena questa energia attraversa l’atmosfera, può anche non ritornare ad uno stato di densità sufficientemente basso da essere visibile.
*

Se il plasma rimane ad una densità superiore si formano gli invisibili “radar angels”
*

Se il plasma torna alla sua densità originale, si possono rilevare le “formazioni di plasma”.
*

Se il plasma è in uno stato riverberante, o dondolante, può alternarsi tra visibilità e invisibilità, muovendosi su e giù fra due livelli di densità eterica adiacenti, come il prof. Erling Strand ha osservato e filmato in Norvegia.
[/quote1290811198]
Caro Richard, ho letto con molta attenzione quanto hai riportato, e benchè sia consapevole che le conclusioni di queste teorie molto affascinanti, siano indirizzate ad altro scopo, volevo confrontarmi con te su questa mia riflessione …
ho evidenziato alcuni punti salienti che mi hanno indotto, per associazione di idee a domandarmi : potrebbe essere possibile che la formazione dei crop possa essere una risultante di plasma che riemerge in superfice ?
Mi rendo conto che è un'ipotesi abbastanza fantascientifica, ma in relazione alle rilevazioni di forte magnetismo riscontrate nelle zone di formazione, forse non è cosi scorretto pensare ad una cosa simile … se invece che dall'alto fossero attraversate dall'interno della crosta terrestre ? …
Sarebbe un modo di intendere la cosa in modo diametralmente opposto … anche concettualmente, le simbologie prodotte potrebbero essere intese, non come una comunicazione rivolta a noi, ma una trasmissione verso l'alto (questo, giustificherebbe la nostra grande difficoltà di decodifica)… ma, anche se non necessariamente interpretata cosi, resta la parte iniziale della mia considerazione, che ovviamente non è supportata da nessuna specifica conoscenza, ma solo frutto di una raccolta seppur sommaria di informazioni.
Mi piacerebbe conoscere il tuo personale parere in proposito


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)