Rispondi a: L'esperienza pre-morte di Alessandro De Angelis

Home Forum MISTERI L'esperienza pre-morte di Alessandro De Angelis Rispondi a: L'esperienza pre-morte di Alessandro De Angelis

#14785

AlessandroDa
Partecipante

[quote1293625731=InneresAuge]
[quote1293593470=AlessandroDa]
La nostra coscienza è condizionata dai bit d'informazione che riceviamo attraverso i 5 sensi, ma al di fuori dell'ologramma corporeo la dimensione da me descritta è ancora lontana dalla realta, essendo il nostro pensiero condizionato da questa dimensione olografica. Ho dovuto fare uno sforzo di mera immaginazione per cercare di far comprendere al meglio ciò che ho vissuto, eppure nonostante questo non mi sara mai possibile fare di meglio, ciò che posso assicurarti in amicizia è che non dovrebbe esistere nessuna paura quando saremo vicini alla conclusione di questo percorso di vita illusorio ed effimero.
[/quote1293593470]

Ciao, ti ringrazio tantissimo per averci raccontato questa tua esperienza così speciale.

Penso da tantissimo tempo, e ormai quasi ogni giorno, a cosa significhi l'esperienza chiamata “vita”, e spesso mi scontro con le debolezze e incertezze della religione cattolica e l'angoscia dell'approccio di chi è ateo e che trovo terribile.
Io solitamente ho un atteggiamento molto dubbioso, forse anche troppo… e forse per questo non riesco a trovare risposte, però leggere questa tua esperienza mi ha fatto molto pensare.
La vita, “senza un domani” come concepiscono alcuni, mi fa pensare semplicemente ad un esperienza senza senso, inutile… e la trovo forse anche illogica. Al contrario la tua esperienza mi sembra davvero coerente con i meccanismi naturali osservabili anche sulla terra e nello spazio…
Mi sorge in mente anche una domanda, e se non è troppo indiscreta, mi piacerebbe averne risposta: sembra che però questo “Dio”, lo hai percepito come energia, e non con un suo “Io” con cui interloquire… o mi sbaglio?

Grazie.
[/quote1293625731]

Caro amico ciò che chiamiamo erroneamente dio, altri non è che l'energia vitale di noi tutti, mi spiego meglio,tu ingabbiato dentro il tuo corpo altro non sei che una stringa energetica di quell'energia che una volta uscita da li è soggetta ad un'anamnesi o perdita di memoria in quanto ora condizionata dai vari bit d'informazione che arrivano alla tua coscenza ingabbiata dal tuo corpo olografico. Ma una volta finito il tuo ciclo all'interno di esso tu li tornerai insieme ad altre stringhe che hanno finito il loro ciclo mentre altra parte di energia uscira da quella del globo in un circolo che si ripete ma dove noi stessi siamo dio, uno e tutt'uno, ciò è reso necessario per la nostra stessa esistenza, in quanto se fossimo esistenti solo come energia di luce e vibrazione in maniera costante alla fine ci annulleremmo non percependo piu il nostro stato esistenziale, è la variazione di freguenza di vibrazione che da “il piacere” ricorda l'esempio del massaggio, ma sopratutto concentrati su una domanda SE NOI SIAMO UNO E TUTT'UNO è ANCORA GIUSTIFICABILE DISCRIMINARE QUI IN TERRA? Da qui dovrebbe iniziare una rivoluzione culturale e sociale dove anche se questa realta è effimera ed illusoria come se stessimo all'interno di un videogame,nessuno si può arrogare il diritto di farci vivere male questo gioco attraverso il signoraggio, le scie chimiche che ci avvelenano ed i giochi di potere del nuovo ordine mondiale di poche famiglie che vogliono il controllo di tutto e tutti ( denaro petrolio acqua cibo ecc) e che si sono costituiti come struttura sovranazionale attraverso un processo di globalizzazione che presto ci rendera tutti loro schiavi