Rispondi a: David Wilcock – 2012 Event Horizon: Prophecies and Science of a Golden Age

Home Forum MISTERI David Wilcock – 2012 Event Horizon: Prophecies and Science of a Golden Age Rispondi a: David Wilcock – 2012 Event Horizon: Prophecies and Science of a Golden Age

#15656
prixi
prixi
Amministratore del forum

[quote1328550642=Kame1]
Lo spirito non è una minaccia per la mente, ma la mente non potrà mai sondare questo elemento e quindi si dovrà limitare a dare il “SI” ad un processo che avviene nelll'incognito per questa mente.
La Realtà come ultima scala dei valori non può esser esente o peggio comprendere tutto. C'è una Realtà Indifferenziata, questo è vero ma che non fa parte ancora della Realtà Manifesta. Se tale Realtà fosse indiscriminatamente Vero e Falso secondo me non sarebbe Realtà ma indiscriminata confusione.
Un esempio materiale, se questa Realtà è l'origine della materia, essa ha impresso nella materia stessa un ordine, quindi al tempo stesso non potrebbe essere (ll'Universo) un disordine. E' chiaro che ci sia una Realtà Indifferenziata a monte della Realtà o cmq separata da essa ma è cosa distinta e non confusa.

[/quote1328550642]
pare sia ormai enunciato anche a livello scientifico che la materia sia generata da un certo tipo di frequanze …
e ci stà il discorso che possa esserci un ordine (matematico) nella sua organizzazione …
ma ciò che noi vediamo e percepiamo attraverso il nostro sistema nervoso
(o se preferisci, sensi)
è solo un'infinitesima parte di ciò che Esiste …
Come si può quindi definire Realtà, qualcosa di percepito in modo cosi limitato ?
Quello che noi chiamiamo reale, materiale, è a mio avviso qualcosa di illusorio, poichè parziale.
Non di meno, la percezione ha variabili sostanziali dettate dalla soggettività ed anche questo concorre in buona sostanza a limitarne la credibilità …
Ciò che invece può essere percepito come Realtà nella sua interezza, trascende dalla materia e dalle frequenze “visibili”
Non stò facendo filosofia spicciola, e neppure misticismo religioso …
Parafrasando, si può “toccare con mano”, ma è indispensabile, per accedere a questo Sentire, uscire dalla percezione fisica e dalle gabbie mentali.
… questa nostra disquisizione, dimostra che partiamo da presupposti differenti ..
e alla fine, più se ne parla e più si cerca di razionalizzare, più ci si allontana dalla possibilità di Conoscere la Verità.


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)