Rispondi a: Raffronto tra il RA MATERIAL E IL LIBRO DI URANTIA

Home Forum MISTERI Raffronto tra il RA MATERIAL E IL LIBRO DI URANTIA Rispondi a: Raffronto tra il RA MATERIAL E IL LIBRO DI URANTIA

#15792

Kame1
Bloccato

Spiego quello che sto facendo, innanzi tutto non è facile sintetizzare migliaia di pagine con concetti molto elevati per noi in poche righe se non parole, quindi quanto dici Richard è vero, però ci sto provando. Sto procedendo come da elenco della Guida al Ra Material che tu hai linkato. Quindi inizio con il mettere un titolo della Guida e di trovare attraverso la conoscenza di UB il punto in cui si parla della tematica. Mi sforzo anche per il momento di non evidenziare troppo le differenze che immancabilmente ci sono e verranno fuori in modo da procedere più speditamente.

Per quanto riguarda l'ascensione è anche qualcosa che ci riguarda direttamente, noi, che siamo i cosidetti mortali o creature finite siamo chiamati in tutto l'Universo con il termine di Finalitari. I Finalitari sono coloro che riconoscendo la Realtà la vogliono inseguire e quindi sono i candidati all'ascensione. UB riparte le creature mortali in molti elementi: corpo,mente, coscienza,personalità, anima e spirito

L'individualità della creatura finita è data dall'elemento Personalità, esso è un sistema energetico che ci deriva dal Padre Universale o Prima Fonte. E' l'imprinting spirituale e ciascuno è diverso dall'altro. Lo Spirito diciamo che è un un ologramma della Prima Fonte ed è l'essere spirituale che ci aiuta dippiù in assoluto. Abbiamo anche a contatto diretto un aiutante spirituale di gruppo, che aiuta una moltitudine di creature finite come noi ed è coordinato con lo Spirito che UB chiama Aggiustatore della Mente.

Il corpo, la mente e la coscienza sono elementi materiali e che quindi prima o poi sono destinati a lasciarci. Il vero nostro SE viene identificato nell'elmento Anima. L'Anima è un sistema energetico morontiale, ovvero potenzialmente immortale e nasce nel momento in cui noi esprimiamo la nostra volontà di conseguire la Realtà Ultima.

Quando sopravviene la morte tutte le attività di ogni creature finita cessano, quelle mortali come quelle immortali.

Lo Spirito o Aggiustatore della Mente, io lo chiamo Guardiano del Pensiero, ritorna alla sua fonte originale in attesa. Nel percorso terreno ogni creatura finita o esprime la volontà di proseguire l'esperienza e di cercare la Realtà o Fonte Prima oppure non decide nulla o anzi lotta contro questo insieme di entità che cercherebbe di aiutarlo

Quindi la differenza enorme sta proprio in questo, siamo liberi di proseguire il viaggio oppure di terminarlo. Cmq sia non ci sono ne vinti ne vincitori, tutti alla fine hanno ciò che vogliono realmente. Chi intende proseguire si munisce di un veicolo immortale, chi invece non intende far nulla viene in seguito alla morte attratto o inglobato nella Mente Cosmica. Questo per grandi linee il concetto base, poi hai chiesto anche dell'altro ma non ho capito cosa.

Il vero punto di divergenza tra la filosofia del'UNO e UB sta nel fatto della individualità o della coscienza collettiva. In UB il tema della coscienza collettiva non viene sollevato, ogni creatura ascendente è “sola” da punto di vista della scelta poi certamente si trova in una strada molto “trafficata” di altre creature (suoi pari o creature non finite) che lo circondano in questo cammino che è cmq lo stesso. Un Universo quello UB dove ogni tappa è segnata dall'insegnamento e dal servizio verso gli altri che così facendo sono un segno di quell'Amore che la forza che smuove davvero le montagne. La Prima Fonte si avvicina sempre più in un percorso fatto di collettività ma pur sempre con una Unica Coscienza. Un'altro punto focale risiede nel fatto che per la filosofia del Ra Material noi siamo una entità di 6 densità in quanto a Se ma poi stiamo sperimentando un livello più basso fino a quando non ci siamo riconosciuti. Questo stesso discorso è presente anche in UB, qui potremmo essere quel Se (o Guardiano della Mente) una volta che fuori da questa realtà ci congiungeremo con lui, in questo caso il Se descritto da Ra è lo stesso al Guardiano della Mente in UB. Anche le reincarnazioni a questo punto sono pressocché le stesse ma viste da punti diversi. Il Guardiano della Mente è una entità di un grado elevato e in tutto simile alla Prima Fonte da cui deriva direttamente. Esso fa esperienza delle creature finite e può avere molte esperienze. Quindi un Guardiano può avere coabitato con una o più personalità passate in cui la creatura finita non ha espresso la volontà di proseguire il cammino verso la Prima Sorgente. In questo caso il Guardiano conserva parte della esperienza del mortale e quando avverrà un prossimo contatto io credo che il contenuto di questa precedente esperienza possa essere paragonato a quanto si sente raccontare di storie di reincaranzione. Però qui c'è una legge che parla chiaro, ogni Guardiano della Mente non si può reincarnare nello stesso pianeta, quindi verosimilmente le esperienze come erranti su altri pianeti potrebbero essere dei ricordi che imputiamo, secondo la filosofia dell'UNO al nostro inconscio mentre in effetti potrebbero derivare da una esperienza reale del nostro Guardiano della Mente su altri pianeti.

(Kame ti ho messo tutto in un post, capisco che vuoi essere chiaro, ma rischi che così non ti seguano..chi vuol seguire(Rich))