Rispondi a: Edward Teller e le armi psicotroniche

Home Forum MISTERI Edward Teller e le armi psicotroniche Rispondi a: Edward Teller e le armi psicotroniche

#15982

Kame1
Bloccato

[quote1331583905=Richard]

ti rispondevo riguardo questo

Intendiamoci, il mio parere in questo ambito credo che abbia un valore pari a un 7 miliardesimo ma dato che siamo in argomento lo esprimo e continuo a dire che oggi (mia impressione) non stiamo molto meglio di una volta. Sto dicendo che da quando l'uomo ha ricavato una clava da un ramo è iniziata la guerra fatta di armi che ad oggi non mi sembra sia stata sedata. Prima della clava i nostri antenati (sembra che fossero una razza di scimmie carnivore) sopravviveva grazie alla natura del predatore che scorreva e scorre tutt'ora nelle nostre vene. Alcuni hanno cercato di dominarla ma la maggioranza sembra che non ci sia riuscita. Mi potrei anche sbagliare ed essere influenzato dalla TV o dal sentito dire di gente intorno a me che è pessimista e si lamenta. Però di certo non mi sbaglio nell'ambito lavorativo e del vicinato. A parte il fatto che nel mio condominio ci sono stati recentemente 2 morti di cui non si sa bene come e quando, l'aria che si respira, anche non considerando i morti e tanto altro è pesante e violenta. La violenza si capisce anche dai comportamenti e dalle espressioni linguestiche che si usano, non necessariamente ci deve scappare un morto.

abbiamo due lati, quello animale della legge del piu forte e quello più elevato, diciamo spirituale, animico, e intellettivo ma con coscienza,consapevolezza, saggezza..altrimenti è una espressione comunque violenta, distruttiva e animale solo più sofisticata. Alla fine quale dei due si dimostra e si dimostrerà fondamentale e superiore per sopravvivere e avanzare nella nostra evoluzione come singoli e collettività?
Questo voleva dire Cayce

———

che la maggioranza non ci sia riuscita, ripeto, può essere una impressione
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7323
[/quote1331583905]

In un certo senso il concetto sembrerebbe giusto ma poi è svolto in maniera del tutto contraddittoria.