Rispondi a: Maya & crop circle

Home Forum MISTERI Maya & crop circle Rispondi a: Maya & crop circle

#16186
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6742.1
Secondo la teoria fisica di Hoagland, ogni pianeta nel nostro sistema solare (e il Sole) può contenere un flusso iperdimensionale di energia, che crea la struttura di un doppio tetraedro quando osservata attorno all'equatore o la forma di un esagono quando osservata sul polo nord.

—-

http://www.aton432hz.info/NU2.html


—–
“Se un tetraedro è inserito dentro una sfera, con un vertice che tocca i poli nord e sud, la latitudine risultante degli altri tre vertici sarà arcoseno (1/3) o 19.47°. Tale geometria tetraedrica, quando studiata in scala planetaria o solare, sembra rivelare un flusso di energia interno nei centri degli oggetti astronomici, che arriva da dimensioni superiori nel nostro spazio tridimensionale”.

Ora come importante corollario al modello di Hoagland, ogni pianeta nel nostro sistema solare (o il Sole), dovrebbe mostrare tre flussi energetici uscenti alla latitudine di 19.5° sopra o sotto l'equatore oppure ai poli, dove i due tetraedri immaginari intercettano la superficie sferica.

..

Una Grande Macchia Rossa su Giove e due nuove

Un misterioso esagono e un'aurora nel polo nord di Saturno

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_interplanetary_2.htm
“Il magnetismo non è un’energia direttamente visibile… ma noi sappiamo che c’è, per via dei sui effetti sulle altre cose. Con lo stesso metro, sotto la superficie di una quantità d’acqua non si può dire in quale direzione scorrano le correnti… tranne che osservando le cose fisiche che l’acqua sta spostando, come granelli di sabbia o foglie sommerse. Neanche l’energia Iperdimensionale è visibile, ma possiamo vederne gli effetti in tutto il sistema solare, come attraverso l’emersione di polvere anomala, gas e particelle ionizzate, nonché fenomeni geometrici inspiegabili in altro modo in certi sistemi fluidi (atmosferici planetari), che sembrano essere il risultato di correnti di pressione causate da vibrazioni risonanti in qualche “fluido” iperdimensionale/senza-massa.”

Il Sole

Almeno dagli ultimi anni ’70, le normali emissioni di radiazione del Sole (misurate da satelliti sempre più sofisticati) sono aumentate dello 0,5% ogni decade, cosa che, ha detto uno scienziato della NASA, “può causare notevoli cambiamenti climatici” se tali effetti dovessero continuare per altre decadi [14]…

Mercurio
Venere
Marte.. http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_interplanetary_2.htm

http://www.altrogiornale.org/news.php?item.8127
Hoagland quindi spiega che tutto questo può avere risposta se assumiamo:

“L'esistenza di realtà iperspaziali invisibili..che, tramite il trasferimento di informazione tra dimensioni, sono letteralmente il “substrato fondamentale” che sostiene la realtà in questa dimensione”.

Gli “atomi vortice”, sono minuscoli “tornado” auto-sostentanti nel cosiddetto etere, del tipo suggerito da William Thompson (1867), che assieme ai suoi contemporanei del 19° secolo, “credevano estendersi nell'Universo come un fluido onnipervasivo e incomprimibile”.

L'Energia di Punto Zero dell'Elettrodinamica Quantistica, l'energia del vuoto, in cui gli stress nell'etere vorticoso di Maxwell, sono creati e rilasciati (un processo equivalente all'attingere all'energia del vuoto, un vuoto che, secondo la fisica quantistica, possiede una densità d'energia mostruosa per centimetro cubo di spazio.)

“influenzando ogni sistema conosciuto di interazione astronomica, fisica, chimica e biologica in modo differente nel tempo, perchè modifica il sottostante e dinamico iperspazio, fondamenta della realtà fisica.”
“Ora, secondo l'evidenza accumulata e questa fisica vecchia di secoli, stiamo semplicemente entrando ancora una volta (dopo “solo” 13000 anni) in una fase di questo ricorrente ciclo del sistema solare, un ciclo di ristrutturazione iperdimensionale della realtà.”