Rispondi a: Qual'é il vero senso del vivere?perche il pianeta ci ha creato?

Home Forum MISTERI Qual'é il vero senso del vivere?perche il pianeta ci ha creato? Rispondi a: Qual'é il vero senso del vivere?perche il pianeta ci ha creato?

#16222
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1355394871=civile]
salve a tutti,una domanda mi assilla da tanti anni,sinceramente le risposte religiose non mi affascinano e ne mi convincono,mi sembra più che un altro un ripiego per non accettare l'evidenza dell'incomprensione “vivere”.
Perché esiste l'uomo?qual'é il suo compito?
io penso che l'umano abbia il compito di modificare gli elementi chimici della terra e di procreare in modo che ci sia sempre un ricambio ottimale…illuminatemi :yesss:

senza ovviamente dare risposte bibbliche o di chissà quale altra religione,neanche risposte new age,ha me interesserebbe andare a fondo,trovare la semplicità della vita senza l'influenza di esseri sopranaturali che nn conosco.Una risposta di carattere scientifico o atea.
[/quote1355394871]
il sito l'ho riempito di queste risposte possibili chiaramente, ognuno poi si fa la sua idea alla fine
:fri:

Non uso il condizionale appositamente, ma non è una affermazione di verità assoluta
Potrei riassumere scrivendo che l'essere umano o magari meglio umanoide, con la sua capacità creativa e riflessiva, esiste per fare da ponte tra il micro e il macro e permettere una sempre maggior autoconsapevolezza dell'intelligenza alla base dell'Universo. (per uno scienziato può essere Intelligenza intrinseca nella materia che da un po di polveri crea una enorme complessità, per un religioso/spirituale può essere Dio o la Mente Universale..)

L'Universo quindi è costantemente in evoluzione grazie all'elaborazione dell'informazione che avviene in tutte le scale di dimensioni e in particolare nell'essere umanoide (con la sua Anima per chi percepisce o crede per vari motivi all'esistenza in vari livelli dell'energia/materia)

La procreazione è intrinseca nella Vita e nella Natura, l'Universo si replica per sua natura intrinseca in tutte le scale, per avere sempre maggiore “superficie/possibilità/interscambio di elaborazione dell'informazione”.

In realtà dalla scienza stessa risulta un lato “energetico/spirituale/cosciente” alla base della manifestazione materiale che diviene secondaria, un derivato.

Può essere che ci abbia creato lo “spazio/tempo” stesso e non il pianeta.