Rispondi a: SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI

Home Forum EXTRA TERRA SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI Rispondi a: SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI

#17097
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_16.htm

Cotterell mostra che il Sole ha due campi magnetici fondamentali, uno dei quali divide essenzialmente il sole per il lungo, come una torta, in quattro quadranti uguali.

Se pensiamo per un minuto a cosa veramente riveli questo fatto, ci mostra che esiste una “armonica” dell’ottaedro nel Sole, con un vertice per ogni polo e quattro equamente distanziati attorno all'equatore (Vedere l’immagine).

Secondo i dati dell'astronave interplanetaria IMP1 1963, i punti di stress equatoriali dell'ottaedro che formano questo campo magnetico a quattro lati, provocano nel Sole un “effetto sprinkler [5]” che ci riversa addosso una doccia di particelle con carica diversa ogni mese.

Dunque, ogni mese può essere fondamentalmente “positivo” o “negativo”, basandoci su quelli che noi ora sappiamo essere flussi ottaedrici di energia. (Cotterell non ha evidenziato la geometria in questo).

Cotterell va avanti a mostrare una perfetta correlazione tra i flussi di ioni positivi e l'estroversione, ovvero personalità estroverse, e similmente, fra gli ioni negativi e l'introversione, ovvero personalità più chiuse in sé stesse.

Questa relazione è stata dimostrata dallo studio di Mayo/Eysenck. Jeff Mayo era un astrologo che ha collaborato con il dott. Hans Eysenck, il “padre del test del Quoziente Intellettivo”, per dimostrare questo punto interessante ed elusivo.

Ai partecipanti è stata fatta una stima della personalità sulle tendenze introverse/estroverse, e questi dati sono stati poi confrontati con il loro “segno natale”. Lo studio ha dimostrato una correlazione straordinariamente alta tra queste due variabili, per un gruppo relativamente enorme di oltre 2.000 soggetti partecipanti.

Cotterell ci avvisa anche dell'effetto che le macchie solari hanno sui nostri sistemi gravitazionali, radio ed elettrici. In Mayan Prophecies, discute di una enorme eruzione solare che ha sputato raggi X osservata il 5 Marzo 1989, e durata per 137 minuti.

Gli scienziati del Gruppo di Osservazione Geologica di Edinburgo credevano che fosse l’evento più grande del suo genere nel 20° secolo, avendo sovraccaricato i sensori che hanno usato per osservarlo. Cotterell indica che subito dopo nel punto della eruzione si sono osservate macchie solari, dimostrando un chiaro legame tra i due eventi solari…
—————–
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_19.htm

Il Sole stava mantenendo per noi il livello ottaedrico, anche se la sonda Ulysses non aveva rilevato nessun campo magnetico polarizzato nel 1995.

Inoltre, tutte le fonti che abbiamo appena menzionato ci stanno dicendo che il Tempo stesso è una funzione della Luce. Nel caso della della sua fisica, John Nordberg spiega che tutto l’universo è composto di palle di luce, che noi abbiamo chiamato Unità di Coscienza.

Nel modello di Nordberg (che tratteremo in maggior dettaglio nel prossimo volume), queste palle di luce possono o rimanere statiche come “onde stazionarie” (come nel caso dei fulmini globulari) oppure muoversi alla velocità della Luce, diventando “onde mobili” o fotoni che creano la luce visibile.

Anche se un’ “onda stazionaria” non sembra muoversi nello spazio, certamente possiede un moto interno dinamico, e questo sarà un moto che corrisponde alla sua propria frequenza di vibrazione.

Nel caso della terza dimensione o densità, il nostro armonico della luce è il 144, e la cosmologia geometrica degli Indù ci dice che nella nostra area la Luce forma la struttura di un ottaedro.

E quindi, la nostra affermazione conclusiva è che tale moto è quello che crea le “onde stazionarie” della Luce, che forma naturalmente armoniche sferiche secondo modelli come quelli di Nordberg.

Il moto di un corpo più grande, come un pianeta o una stella, creerà armoniche mentre trascina con sé l’etere nel proprio moto, creando così una “onda stazionaria” nel Sistema in cui è contenuto.

Dovunque si trovi il centro di gravità, come il Sole nel Sistema Solare o il Centro della Galassia, le armoniche si disporranno intorno a quel punto.
….

Abbiamo già visto come l’ottaedro tridimensionale che appare nel Sole sia responsabile dei bombardamenti di energia positiva e negativa che riceviamo due volte al mese sulla Terra.

Se osserviamo il comportamento di un sistema come il Grande Punto Rosso di Giove a 19,5° di latitudine, possiamo dedurre che da un livello tetraedrico con la rotazione di Giove avviene una fuoriuscita altrettanto armonica di energia di Luce, che si muove lentamente come un enorme innaffiatoio rotante da giardino nel sistema Solare:

Quindi, le rotazioni dei pianeti e delle griglie stesse, combinate con il moto del pianeta o della stella attraverso lo spazio, creano una varietà di armoniche interconnesse.

Alcune di queste armoniche si muoveranno molto lentamente rispetto alla velocità con cui la nostra Terra passa attraverso la Luce dello Spazio, in quanto noi completiamo venti cicli intorno al Sole che sommati formano una congiunzione tra Giove e Saturno, per esempio.

Pertanto, è certamente possibile che entriamo ed usciamo da aree di maggiore e minore concentrazione energetica: e questo sembra essere la base dell’astrologia. Se queste energie sono più di una semplice variabile “caldo-freddo” o “alti e bassi”, e invece rappresentano dei distinti archetipi di coscienza, allora quando certi archetipi fluiscono con più forza nelle nostre menti, possiamo aspettarci che in noi stessi sarà visibile un maggior numero di quei corrispondenti tratti della personalità.

L’intero Sistema Solare diventerebbe una vasta rete di armoniche tridimensionali intrecciate, proprio come si mostrerebbe una carta astrologica in due dimensioni…