Rispondi a: SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI

Home Forum EXTRA TERRA SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI Rispondi a: SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI

#17401

CANERO
Partecipante

DARPA: telescopio per individuare gli UFO

Il DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency), come ben sapete è un’agenzia governativa del Dipartimento della Difesa statunitense che ha il compito di sviluppare e testare nuove tecnologie per uso militare. Una di questa tecnologie è lo SST (Space Surveillance Telescope). Ebbene in un documento scritto il 27 marzo 2003 dal dottor Tony Tether, che è stato direttore del DARPA fino al 20 febbraio 2009, vi si legge a pagina 6 che questo telescopio ha lo scopo di “identificare e esaminare oggetti non identificati che appaiono improvvisamente in orbita con scopi sconosciuti“. Quindi qui si parla non di detriti spaziali, satelliti o altro di convenzionale, ma di qualcosa di estraneo. Infatti aver detto la frase “che appaiono improvvisamente” è riferito a qualcosa che qualche istante prima non era presente nella zona orbitale terrestre, quindi presuppone un qualcosa che si sia materializzato “come per magia”. E inoltre si parla di scopi sconosciuti, infatti qualunque cosa convenzionale, anche di tipo terroristico è conosciuta in gran segreto dalle maglie fitte degli apparati di intelligence mondiali, qui invece si parla di qualcosa di sconosciuto al nostro mondo. Che dire, per chi ancora non fosse convinto, gli UFO sono una incontrovertibile e scomoda realtà.

Fonte: http://centroufologicotaranto.wordpress.com/2010/05/05/darpa-telescopio-per-controllare-gli-ufo/

Scompare misteriosamente l’aereo ipersonico dell’Air Force USA capace di raggiungere Mach 20

In questi giorni è stata molta l’attenzione attirata dal misterioso X37-B della Air Force americana, ma l’aviazione militare ha lanciato giovedì scorso un velivolo ancora più misterioso, il Falcon Hypersonic Technology Vehicle 2, capace di ottenere prestazioni ipersoniche, coprendo oltre 6000 km in 40 minuti dal lancio.Il Falcon pare essere il risultato del progetto Aurora, che fa spesso parlare cospirazionisti e non per via delle presunte tecnologie segrete derivate dalla retroingegneria aliena che sarebbe stata impiegata nella realizzazione di un aeroplano ipersonico in grado di superare Mach 6. Ma questa velocità è un limite che il Falcon non ha: sembra poterla superare abbondantemente, raggiungendo velocità pari a Mach 15-20.

Il progetto Aurora, in realtà, esiste ed è esistito sotto diverse forme e diversi nomi, anche se non come viene dipinto dai cospirazionisti più accaniti. Oggi il “Prompt Global Strike program” sembra molto simile al progetto Aurora, e prevede di colpire una nazione ostile dall’alto, ovunque nel mondo, con velocità e precisione.Nel programma è previsto anche lo sviluppo di missili ipersonici in grado di colpire un bersaglio alla velocità di Mach 5, come riporta il Times of London. “L’abilità di attaccare un’ampia varietà di bersagli in un raggio intercontinentale, velocemente e senza il ricorso ad armi nucleari, è di importanza centrale per la sicurezza nazionale” afferma Daniel goure, analista della difesa del Lexington Institute.

Come si legge sul Fact Sheet (Falcon Hypersonic Technology Vehicle 2 (HTV-2)):

“L’obiettivo del programma Falcon HTV-2 della DARPA è quello di creare una nuova opzione tecnologica che consenta la capacità di rispondere a minacce urgenti alla nostra sicurezza nazionale. Il programma sta sviluppando e testando un velivolo senza pilota, manovrabile, ipersonico e lanciato da un razzo, che plana nell’atmosfera terrestre ad una velocità incredibilmente alta, Mach 20 o superiore”. Il documento della Defense Advanced Research Projects Agency (più comunemente nota come DARPA) spiega che il Falcon accelera ad alta quota, dopo essersi separato da un razzo vettore (giovedì scorso è stato utilizzato un Minotaur 4-Lite), per poter raggiungere una velocità pari a 20 volte quella del suono. Per tradurla in chilometri orari, ben oltre 20.000 km/h. Il velivolo di test lanciato lo scorso giovedì sembra aver raggiunto una velocità di Mach 5. Nel giro di 30 minuti dal lancio, aveva già compiuto un tragitto di 6.000 km, dalla Vanderberg Air Force Base fino all’atollo di Kwajalein, a circa 3.000 sud-ovest dalle Hawaii.

Circa 9 minuti dopo l’inizio della missione mentre stava eseguendo le manovre per dissipare l’energia della sua velocità di Mach 20, le telemetrie riguardanti i rilevamenti dei dati del velivolo si sono interrotti bruscamente,causando la perdita di contatto con il Falcon sopra l’oceano Pacifico.Il DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency), non si è espressa in merito alla scomparsa del velivolo supersegreto,lasciando intendere che si sia disintegrato e i pezzi si siano inabissati nell’oceano.L’unica cosa certa è che la stessa Agenzia non si è minimamente preoccupata di verificare il sito dove è avvenuta la scomparsa,ed è un fatto alquanto insolito visto i costi del progetto e il livello di segretezza che ricopre lo stesso.Ci si sarebbe aspettatto un coinvolgimento della marina sul sito dell’incidente,ma niente di niente, come se si sapesse con reale certezza che questo aereo fosse letteralmente scomparso nel nulla!!!
Fonte:Darpa.mil – estratto da direttanews.it – evidenzaliena

Fonte: http://evidenzaliena.wordpress.com/