Rispondi a: SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI

Home Forum EXTRA TERRA SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI Rispondi a: SEGNALAZIONI AVVISTAMENTI ANOMALI

#17917
Richard
Richard
Amministratore del forum

l'idea di Wilcock, un fenomeno del “vuoto eterico” come indicato da Dmitriev (domini del vuoto)

una foto dal lavoro di Dmitriev, che riprenderebbe questo fenomeno ma sulla Terra
http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.891

http://img831.imageshack.us/img831/314/nslfs.jpg
PLANETOPHYSICAL FUNCTION OF
VACUUM DOMAINS http://www.tmgnow.com/repository/planetary/pfvd.html
by
A.N. Dmitriev , V.L. Dyatlov , A.V. Tetenov
(Geology institute UIGGM, Mathematics institute SB RAS, Gorno-Altaisk state University.)

…………….

“…11.2 Revisione delle anomalie vorticose dello spazio

Il toroide sferico è diverso da una sfera, nel senso che ha un asse di rotazione che attraversa il centro. Questa formazione gli permette di ruotare orizzontalmente mentre fluisce anche verticalmente con movimento vorticoso allo stesso tempo. Molti ricercatori hanno studiato le proprietà dell'energia in questa forma e hanno ottenuto risultati affascinanti.

Abbiamo molti pezzi di evidenza dal Dr.Dmitriev che mostra che queste formazioni sono molto altro che fenomeni di “fulmini globulari” occasionali e anomali: sono costantemente rilasciati dal Sole, interagiscono dentro e attorno alla Terra e al sistema solare e colpiscono la nostra ionosfera 30 volte al secondo.

Sembra che siano stati fotografati in numerose missioni NASA, specialmente nella STS-75 che ha condotto l'esperimento “Thethered Satellite”. In alcune circostanze questo coinvolge rotazione ad alta velocità e possono prendere forme “polarizzate” che assorbono energia eterica nella sua forma gravitazionale e trasformarla in energia elettromagnetica e luce..”

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.701

—————
“Il Dr. Guido Nigro, Direttore del SETI, è apparso scosso dopo aver visto parte del video. “Sono molto impressionato” ha detto. “Questa volta non parliamo di filmati fatti da qualcuno con una videocamera da amatore.

“Forse questo proverà che esiste qualcos'altro che non conosciamo, almeno uffcialmente.” Il video è stato mostrato alla nona conferenza Internazionale sugli UFO nel Nevada e mostra due strani fenomeni..
“La scoperta di Martyn è arrivata quando ha visto un satellite da 100 milioni di dollari staccarsi rilasciando il cavo di 12 miglia nello spazio durante le missioni Discovery della NASA. “Dal momento in cui si è rotto al momento in cui si è trovato a miglia di distanza, è stato seguito da un fenomeno sferico che si è raccolto attorno a lui, tutti in direzione differente.

“Quando gli astronauti hanno ricevuto la domanda sulla distanza del cavo, hanno risposto che era a 80 miglia e oltre”. Quindi lui afferma che la distanza e la dimensione del fenomeno sferico doveva essere enorme.

NASA ha ufficialmente dichiarato che si trattasse chiaramente di blocchi di ghiaccio, ma Martyn ha risposto: “Non ho mai sentito di cristalli di ghiaccio lunghi sei miglia visibili chiaramente a 100 miglia e abbiamo centinaia di diversi esempi.

“Una volta la NASA disse che erano meteore, ma abbiamo documentazione che mostra che la NASA non ha la risposta. “Quando vedi queste immagini, le foto dello shuttle oggi e della stazione spaziale MIR, vedi lo stesso fenomeno sferico.”

Martyn descrive anche come gli astronauti della missione STS-80 non potessero aprire la porta perchè il fenomeno la stava BLOCCANDO. “Il fenomeno era attorno alla porta e loro, (l'equipaggio) muovevano la porta cercando di aprirla.
“Un volo o due dopo, gli astronauti commentavano che qualcosa doveva essere passata attraverso la porta, che vedevano questi flash di luci colorate. Per questa scoperta ha esaminato più di 500 nastri da 8 ore.

Ha detto: “Non posso dirvi cosa sia, ma posso dirvi cosa non dovrebbe esserci. Non è materia di scoprire qualcosa, ma di raccogliere, studiare e analizzare. Infine il grande puzzle verrà fuori.”

Quindi, possiamo vedere che questo fenomeno sferico segue tutte le stesse proprietà dei domini del vuoto di Dmitriev et.al.. Prima di tutto, consideriamo l'esperimento condotto sulla missione Shuttle STS-75. In questo caso, un satellite è stato esteso dallo Shuttle con un cavo di 12 miglia.
Secondo un articolo su The Enterprise Mission e altri, il vero proposito nascosto dell'esperimento era ottenere energia eterica o “iperdimensionale” dal vuoto. In questo caso l'esperimento è riuscito in quanto il cavo super-resistente si è fuso completamente, cosa non attesa e ha portato il satellite a brillare per la radiazione ionizzante mentre si allontanava dallo Shuttle!”
http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.667

————————–

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.228
“DW: Tutte buone cose. Nel 1998, le fasce di Van Allen hanno mostrato una nuova cintura di energia per la prima volta. Qualcosa di mai visto prima, ti leggo la citazione, “La radiazione delle fasce di Van Allen è divenuta così intensa nel maggio 1998, che si è creata una nuova fascia, generando eccitazione e meraviglia nella comunità scientifica.
Nel febbraio 1996 tu e Richard avete poi parlato (io al tempo ero un ascoltatore) di questo satellite cablato.

AB: Corretto.

DW: Vi ricordate?

AB: Chiaramente.

DW: Il cavo si ruppe e questo satellite, lo spiego per i lettori, questo satellite era attaccato a questo cavo sottile..

AB: Ascoltatori.

DW: ..che si allungò a grande distanza..

RH: (ride)

DW: ..e si bruciò semplicemente. La NASA lo produsse in modo teoricamente da essere indistruttibile. Ho trovato un articolo sulla CNN che era collegato da altri articoli che dicevano che il cavo era “a prova di idiota”. Chiaramente, ora l' articolo non è più disponibile e nemmeno nella cache di Google…”

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.229
“RH: Bene, non si è bruciato. Questo è un mio ricordo molto vivido. Perchè , dopo che lo rilasciarono, ricordo che era stato costruito dagli italiani, aveva questo satellite pieno di strumenti all' estremità di questo lungo filo. Lo allungarono da una specie di argano posizionato nello shuttle.

Poi miglia dopo miglia, quando si trovò tra il lato del tramonto e quello notturno della Terra, qualcosa accadde. Avvenne un sovraccarico massiccio di energia, di migliaia di volte rispetto a quello atteso dai calcoli del computer..

AB: Infatti..

RH: ..basandosi su altra fisica.

AB: Vero.

RH: Così il cavo si bruciò! Subito dopo tennero una conferenza stampa e i ragazzi dentro (lo shuttle), gli astronauti, sembravano come “Bambi nelle luci dei fanali”. Sembravano terrificati! Perchè, potete immaginare un cavo lungo diverse miglia, strattonare avanti e indietro, che poteva tagliare in due lo shuttle!

AB: Si, lo hanno quasi perso, veramente.

RH: Lo hanno quasi perso. Inoltre, e questo non è stato riportato, hanno avuto un massiccio sovraccarico su altri strumenti, sui computers, hanno perso 2 dei 3 computers di backup.. Nessuno ad oggi della NASA conferma la fonte di questa energia. Ricordate, quella notte era quella in cui abbiamo avuto Bruce DePalma dall' Australia?

AB: Si.

RH: ..o dalla Nuova Zelanda?

AB: Si, si.

RH: Abbiamo parlato degli esperimenti di DePalma con la macchina-N?

AB: Corretto.

RH: Se ruotate un conduttore ad alta velocità, persino senza campo magnetico (che si muove rispetto al conduttore), sviluppa una carica sul bordo e potete spingere una corrente dal bordo se mettete un connettore tra il polo e il bordo.

DW: Si, funziona come un irrigatore da campo.

RH: Torniamo a Faraday nel 1835; nuovamente indietro alla fisica del diciannovesimo secolo. Si chiama generatore omo-polare e non si conforma ad alcuna fisica conosciuta.

AB: Ovviamente sono andati oltre a quanto atteso.

RH: Era un dispositivo free-energy!

AB: Bene…

RH: Era un dispositivo free-energy orbitante.

AB: In un senso lo era.

RH: I ragazzi che lo hanno costruito non sapevano cosa sarebbe accaduto e hanno quasi fritto 7 astronauti.

AB: Si, lo so.

RH: Ora questo è il concetto di fondo.”..

———–
Gigi lo diceva chiaramente quando parlava dei “dischi volanti”, che definiva Cellule Magnetiche Viventi capaci di materializzarsi e di spiritualizzarsi apparendo e scomparendo,
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6308