Rispondi a: Quanto e cosa sapete di Astrologia?

Home Forum EXTRA TERRA Quanto e cosa sapete di Astrologia? Rispondi a: Quanto e cosa sapete di Astrologia?

#20072
Richard
Richard
Amministratore del forum

E se per la Chiesa l' astrologia era satura d' empietà, bastava dire che astra inclinant non necessitant – cioè che «l' astro propone e Dio dispone» – per fare di essa una scienza ancillare della teologia e così tutto salvare, anche l' anima. Fede e ragione davano legittimità all' astrologia, gemellata all' astronomia e pertanto, suo tramite, associata ad aritmetica, musica e geometria nelle arti dell' antico quadrivio. Dotata di dignità scientifica, essa dava fondamento non solo alla medicina, come astrologia medica, ma anche al diritto, come astrologia giudiziaria. È ben noto che scienziati d' alta statura, fondatori della meccanica celeste, coltivarono interessi astrologici. Tycho Brahe considerò l' astrologia come la parte applicativa, pratica, dell' astronomia speculativa, teorica. Keplero trasse dagli astri pronostici di guerre, carestie, pestilenze. Galileo Galilei calcolò oroscopi per i granduchi di Toscana e per Papa Urbano VIII. Ma proprio questi scienziati, che inserirono tra i vecchi astrolabi e le vetuste sfere armillari, il nuovo strumento detto «cannone con occhiale» (cannocchiale) per vedere le stelle, furono coloro che «si sarebbero rivelati lenti carnefici dell' astrologia».
http://archiviostorico.corriere.it/2003/giugno/14/scienziato_Galileo_faceva_oroscopo_granduca_co_0_030614044.shtml

http://www.media.inaf.it/2012/06/01/non-e-vero-ma-ci-credo/
GLI OROSCOPI NEI MEDIA
In maniera analoga l’UAI chiede di informare tutti gli utenti lettori o ascoltatori degli oroscopi che questi non hanno alcuna validità scientifica. In questi anni il CICAP ha fatto delle precise analisi sulla validità degli oroscopi verificando che, per descrivere quel che accadrà per un segno astrologico, un astrologo usa frasi così generiche e contradditorie che vanno sempre bene.