Rispondi a: Piccolo quesito sul rallentamento della rotazione terrestre

Home Forum MISTERI Piccolo quesito sul rallentamento della rotazione terrestre Rispondi a: Piccolo quesito sul rallentamento della rotazione terrestre

#2035
Richard
Richard
Amministratore del forum

E' chiaro che tutti siamo del parere che i pianeti ruotino,ecc.. però è divertente spingersi ai limiti più impensabili..

http://www.edicolaweb.net/libro50b.htm

Parlando del Sole, lui affermava che era un foro, un buco nella cupola superiore che separava il regno di Dio dall’universo creato, attraverso il quale si manifestava il grande fuoco o Grande Spirito sconosciuto, come Luce del nostro universo, inteso come un’immensa duplice cupola entro la quale riflettendosi, essa poteva dare origine a quel Ritmo Creativo che avrebbe determinato la formazione del nostro Sistema Solare.

———-
7.4 – IL SOLE

Il nostro Sole possiede un campo magnetico conosciuto come l’eliosfera, che è anch’esso in forma di toroide sferico. I pianeti orbitano tutti all’interno del piano dell’equatore solare, o eclittica. Si è scoperto che la superficie del Sole pulsa effettivamente dentro e fuori, come diremo in dettaglio più avanti in questo capitolo [Si sa che anche la stella Alpha Centauri A pulsa]. Il nostro Sole possiede anche un campo magnetico meno conosciuto che viaggia lungo il piano dell’eclittica chiamato la Spirale di Parker, che ha una struttura tridimensionale che è esattamente uguale ai bracci spiraliformi di una galassia:

Questo suggerisce che un più grande mistero si nasconde sotto la struttura del Sistema Solare che la scienza non ha ancora compreso: se in qualche modo avviene una creazione continua, allora forse un sistema solare può eventualmente svilupparsi in una intera galassia, e il campo della Spirale di Parker si riempirà di stelle, creando così i bracci galattici. Proseguendo il discorso, una tale nozione sembrerà sempre meno assurda.

http://en.wikipedia.org/wiki/Parker_spiral

————-
https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2599
Quindi, nel modello di Ra, ogni pianeta viaggia lungo il bordo di un campo di energia sferico, che mantiene il pianeta in posizione. Campi di energia rotante che sono emanati continuamente dal Sole, che assomigliano ai petali di un fiore in espansione perpetua, sono ciò che pilota il movimento dei pianeti. I modelli attuali di come e perché i pianeti ruotino intorno al sole sono ampiamente inadeguati, dato che il Sole contiene il 99,86% dell’intera massa del Sistema Solare, quindi se stessimo avendo a che fare solamente con la gravità Newtoniana, i pianeti avrebbero dovuto schiantarsi sul Sole molto, molto tempo fa, dal momento che questo è molto più grande di quanto non lo siano loro. Ricordate che stiamo parlando di strutture di energia invisibile, ma che con gli strumenti appropriati possono essere effettivamente rilevate, e che spesso lasciano sottili tracce di energia magnetica. I “petali di fiore” cui ci stiamo riferendo sono stati visti, per esempio, in quella che la NASA ha chiamato la Spirale di Parker.——————

Il nostro Sole non è una fornace nucleare.

Ricerche suggeriscono che il Sole è come un buco apparso nel campo energetico della Galassia, permettendo all' energia di uscire in una certa area, ecco perchè lo vediamo come una luce splendente.

Hanno anche provato che non ci sia in esso una fornace nucleare. La quantità di neutrini che il Sole emana è troppo bassa per essere prodotta da una reazione nucleare. Mancano dei neutrini. Questo si sa da 30 anni e il problema non è stato risolto; questi neutrini mancanti semplicemente non esistono!

Quindi il Sole non è una fornace nucleare. Il Sole rappresenta energia cosmica, la vera energia della Creazione.

Ciò che questo indica è che il Sole sia come un punto nello spazio da dove l' energia esce, come nel caso della borsa di plastica piena di acqua di cui abbiamo parlato o come nel Triangolo delle Bermuda.

In alti livelli vibrazionali vedete molto di piu', vedete tutte le vibrazioni che circondano il Sole. Questo appaiono come sfere concentriche di energia, come le increspature in una pozzanghera che sono connesse da una bobina a spirale di energia che si espande per guidare le orbite e le rotazioni dei pianeti e della Luna. Tutto si mischia precisamente assieme come un set gigante di ingranaggi. Questa bobina dal Sole è stata studiata e misurata. La NASA vi si riferisce come la “Spirale Parker”.
https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.966

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2414.10

Nell' ipotesi ES del sole, la potenza del sole non sta in esso, il sole non funge da centro non solo dei pianeti, ma anche della grande sfera di plasma. Per la sua dimensione il sole ha una enorme capacità elettrica; questa capacità riceve la carica dalla corrente cosmica (birkeland) che esiste nel nostro braccio di galassia. Il sole mostra cioè un alto voltaggio relativo. Il voltaggio del sole moltiplicato dalla corrente totale che si dirige verso di lui, è sufficiente per produrre la potenza di uscita osservata. Il sole prende potenza dall' ambiente galattico e non da sè stesso.
Questo processo può causare un' alta variabilità solare che può accrescere la temperatura globale quando il sole si sposta in un' area della galassia con più particelle che lo alimentano.

—————-

Io ero d’accordo con Gigi quasi su tutto tranne che due cose: il comportamento dei corpi celesti nello spazio che lui sosteneva essere fermi e la Reincarnazione che per lui non esisteva.

Ma affrontiamo un argomento per volta. Questo era all’incirca il tono delle nostre discussioni. Io:

– Se la Terra è ferma allora torniamo alla teoria di Tolomeo che metteva la terra al centro dell’universo perché non conosceva le enormi dimensioni del sole.
– Io non so chi fosse questo Tolomeo, ma ti dico che non solo la Terra ma anche il Sole, la Luna e i pianeti sono fermi! Si muove solo la luce del Sole. Il movimento dei corpi è solo un effetto ottico.
– Senti, adesso qui è notte mentre in Australia è pieno giorno. È per un effetto ottico che gli australiani si trovano sotto il sole ad abbronzarsi sulle spiagge?
– Ma no, tu non capisci. È la condensazione della luce che gira, ma il sole sta fermo.
– Ma la luce si muove in linea retta. Se adesso io vado fuori con una torcia elettrica e illumino la facciata esterna di una casa, dalla parte opposta il buio rimane. Come fa la luce ad aggirare l’ostacolo?
– Ma la luce nello spazio si muove a spirale! Per questo gira attorno a tutti i pianeti.
– Se la luce girasse intorno alla terra non dovrebbe esistere la notte!
– Ma la notte è la fuoriuscita dell’energia solare assorbita dalla terra e perciò privata della sua luminosità.
– Se fosse così dove c’è la notte non ci dovrebbe essere la Forza di Gravità visto che tu dici che la Gravità non è altro che il prevalere dell’energia solare diretta su quella riflessa dalla Terra.

Spesso diceva: “Se non uscite dalla gabbia, dal campo magnetico chiuso che vi circonda, non potete né vedere, né capire la verità”.
(Torniamo al discorso di Braden , all'illusione di Maya e al 2012 occhio)

————
Stimolato dalle discussioni con Gigi ero giunto alla conclusione che la terra fosse ferma cioè non ruotasse sul suo asse, ma che tuttavia si muovesse annualmente intorno al sole e contemporaneamente compisse anche un’orbita giornaliera attorno al fuoco della stessa. Ne risultava così un moto spiraliforme che spiegava il giorno e la notte e le stagioni e si accordava anche con la teoria di Gigi, perché la progressiva uscita d’energia magnetica dalla Terra che originava la notte, coincideva non con una diminuzione della forza di gravità, ma con un avvicinamento al Sole che poi veniva progressivamente sostituito dalla pressione dell’energia solare, cioè dal giorno, che ne provocava l’allontanamento. Quindi la Terra non ruotava sul suo asse, ma veniva giornalmente attirata e respinta dal Sole compiendo una rotazione spiraliforme oltre che ad una rivoluzione attorno ad esso.
—————

Avevo proposto questa teoria a Gigi che l’aveva ascoltata senza fare nessun commento. Quando però veniva qualche visitatore, lui proponeva sempre la teoria della Terra ferma. Le cose erano a questo punto quando nella rivista “Scienza e vita” usci un articolo sulla verniciatura elettrostatica che sconvolse le mie convinzioni. I tecnici che avevano ideato questo tipo di verniciatura molto efficiente, non riuscivano tuttavia a rendersi conto di come avvenisse in pratica perché dall’imbuto polarizzato rotante ad alta velocità, la vernice veniva polverizzata per forza centrifuga e ne usciva come una fitta nebbia formata da minutissime goccioline elettrizzate, che impediva di vedere il modo in cui si depositavano sull’oggetto elettrizzato con una polarità contraria. Per riuscire a vedere al di là della nebbia avevano escogitato un sistema molto ingegnoso: calcolando il rapporto tra velocità di rotazione dell’imbuto e le dimensioni delle goccioline di vernice, avevano trovato la frequenza con cui far pulsare delle lampade stroboscopiche in modo da far passare la luce oltre la nebbia e cinematografare il processo in corso.
Il risultato era sbalorditivo: l’oggetto da verniciare, che guarda caso era una grossa palla metallizzata, veniva ricoperto dalla vernice non cominciando dalla parte anteriore come sarebbe stato logico aspettarsi, ma da quella posteriore. Anzi, entro la nube di vernice antistante la facciata della palla si formava come un vuoto, come un cono d’ombra privo di vernice che si spostava intorno alla palla rimpicciolendosi man mano che la rotante nube di goccioline si avvolgeva intorno ad essa depositandosi con moto spiraliforme.
Era la dimostrazione lampante che Gigi aveva ragione e che si poteva spiegare il giorno e la notte tenendo fermi sia il Sole che la Terra e facendo muovere a spirale solo la luce.Per quanto riguarda la reincarnazione solo da poco mi sono reso conto che Gigi poteva avere ragione anche su questo, ma ve ne parlerò in un’altra occasione.

——————–
Tutto questo confermerebbe quanto sia grande l'illusione di questa “realtà”, un videogioco spettacolare!

E poi Ighina era matto ? ahahah