Rispondi a: L'arrivo di Nibiru!

Home Forum EXTRA TERRA L'arrivo di Nibiru! Rispondi a: L'arrivo di Nibiru!

#21669
Richard
Richard
Amministratore del forum

In primis qualsiasi oggetto scoperto dalla NASA è Nibiru secondo qualcuno, che sia un meteorite di 3m x 2, che sia una supernova (stella ESPLOSA, di cui restano solo GAS), veramente, qualsiasi cosa è Nibiru, perchè la NASA nasconde qualcosa (ma se non volessero farvi sapere di nuovi pianeti o Nibiru o il grande tentacolo verde dell'Armageddon, secondo voi PUBBLICHEREBBERO LE FOTO? o le nasconderebbero in un cassetto nel Nevada?
Pensateci.)

no Rezlan non è questa la discussione
Ci sono persone che hanno seguito la questione di Nibiru, io no per esempio, e sono interessate e ne discutono
Per me Nibiru è una storia perlomeno male interpretata..
Wilcock sopra scrive che non crede nella storia di Nibiru

—————-
In secundis, Wilcock ha espresso una delle bestemmie più grandi della storia dell'astronomia, immensa.

I pianeti avrebbero un moto rotatorio ordinato perchè il Sole emette delle “vibbbbrazioni positive” stile hippie di CarloVerdiana memoria, per tenerli al loro posto.

Tutto questo ovviamente coadiuvato da NESSUNA prova scientifica, grandissimo Wilcock.

——————–

Hai letto i dati che ha raccolto e di cui parla Wilcock?
non parla di “vibrazioni positive” ma di armoniche prodotte da sue pulsazioni

“because the Sun has harmonic beat frequencies that it’s putting out that hold the planets in place.”

Desideriamo ringraziare il Dr. Oliver Crane per lo sviluppo di molti dei concetti chiave legati a questo modello nel suo fondamentale documento del 1993, ora pronto per essere scaricato online con una donazione simbolica di 1$, intitolato Central Oscillator and the Space-Time Quanta Medium. http://www.rqm.ch/Central%20Oscillator%20and%20SpaceQuantaMedium.pdf [L’oscillatore centrale e il medium quantico spaziotemporale]. Questo capitolo è una fusione dell'ipotesi fulcro di Crane con la conoscenza acquisita dalla fisica di Johnson e anche dalle antiche scritture Vediche: tutto ciò ci ha fornito un modello più completo e unificato, che combacia con i dati osservabili.

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm

La scienza ufficiale non diede molto credito a questo concetto di formazione planetaria, quando James Clerk Maxwell provò in seguito che la gravità era decisamente troppo debole per ammassare anelli espulsi dal Sole facendoli diventare pianeti. Tuttavia, qui dobbiamo ricordare che stiamo trattando con forze ben oltre quelle della gravità, e che la geometria coinvolta può far sì che emergano esplosioni di energia in determinate aree dell'equatore della stella. Qui noteremo brevemente che il lavoro di Geoffrey Hardy intitolato Genesis Continuous presenta una forte evenienza che i modelli di formazione planetaria esistenti non siano corretti, e che i pianeti debbano in effetti essere espulsi dalla stella genitrice. Per esempio, i pianeti gassosi semplicemente non hanno abbastanza tempo per raccogliere la loro atmosfera nei modelli convenzionali di formazione planetaria. Anche il lavoro di Richard Pasichnyk presenta il caso dei pianeti che nascono dal Sole. Il peso dell'evidenza non può essere ignorato, benché noi lasciamo alla discrezione del lettore l'analisi di questi materiali.

Articoli accademici per Central Oscillator and the Space-Time Quanta Medium
http://scholar.google.com/scholar?q=Central+Oscillator+and+the+Space-Time+Quanta+Medium&hl=it&rls=com.microsoft:*:IE-SearchBox&rlz=1I7ADBF_it&um=1&ie=UTF-8&oi=scholart

——————
la tua opinione è condivisibile, nessuno vuole imporre nulla, si discute semplicemente internet è bella perchè varia, non credo sia necessario questo sarcasmo
però dimostri di criticare senza essere informato di quello di cui parli, mi riferisco a Wilcock

le teorie di Einstein non sono scritte nella pietra..la gravità è ancora profondamente in discussione

——————–
Attualmente uno dei problemi più pregnanti in fisica teorica è l'armonizzazione della teoria della relatività generale, che descrive la gravità applicata alle grandi masse (stelle, pianeti, galassie), con la meccanica quantistica che descrive le altre tre forze fondamentali che agiscono su scala microscopica.

Un aspetto fondamentale della relatività generale è che non esiste uno sfondo spazio-temporale fisso come invece è nella meccanica newtoniana e nella relatività speciale; la geometria dello spazio-tempo è dinamica. Sebbene ciò sia facile da comprendere in linea di principio, questo è il concetto più difficile da capire riguardo la relatività generale e le sue conseguenze sono molto profonde e non completamente esplorate, anche a livello classico. A certi livelli, la relatività generale può essere considerata come una teoria di relazione in cui la sola informazione rilevante sotto il profilo fisico è la relazione tra eventi differenti nello spazio-tempo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Gravit%C3%A0_quantistica

—————————

Il NASA’s Chandra X-Ray Observatory non smette mai di fornirci immagini incredibili e di fare scoperte a volte stupefacenti. L’osservazione continua della galassia M84 e del suo buco nero centrale ha mostrato che l’energia liberata dall’oggetto centrale non viene espulsa violentemente in modo repentino e drammatico, ma con un ritmo continuo ed estremamente dolce. E’ come se fosse un “cuore” che a ritmo costante pompasse la sua energia verso l’esterno mantenendosi vivo e aiutando la nascita di nuove stelle. Il “cibo” che proviene dalla materia circostante viene catturato dal buco nero e poi rilasciato sotto forma di energia, ritmicamente e con estrema gentilezza. Nessuna violenza, ma un’attenta gestione del delicatissimo equilibrio che regola una struttura così complessa come una gigantesca galassia.

http://www.astronomia.com/2008/11/20/buchi-neri-galattici-cuori-solitari/

[youtube=425,344]ihVaL-FHUyk

molte sono ancora le questioni aperte da comprendere…

11.6. Sun Energy
The sun produces radial oscillations by expanding within 2 hours and 40 minutes by 3 km (radius) and then ”contracts” again.
Additionally, the entire surface of the sun oscillates with a 5-minute rhythm and an outward-directed velocity of 300 meters per second,after which it falls back again. Analogous to the structure of the central oscillator, the sun also consists of several nested hollow spheres.Only the innermost sphere is solid..

http://www.rqm.ch/Central%20Oscillator%20and%20SpaceQuantaMedium.pdf

non capisco perchè usare un certo tono e poi oltretutto senza essersi minimamente interessati del materiale che si critica

il punto è che la ricerca di wilcock implica l'esistenza dell'etere o energia di punto zero nel cosiddetto “spazio vuoto” o possiamo chiamarlo medium quantico, di cui tanti altri ricercatori e scienziati da decenni si interessano