Rispondi a: il divino femminile – le società matriarcali – aliene?

Home Forum EXTRA TERRA il divino femminile – le società matriarcali – aliene? Rispondi a: il divino femminile – le società matriarcali – aliene?

#22303

deg
Partecipante

Riprendio un passo dell'articolo postato da Iniziato, non so perché ma mi suona bene: !lol

Dobbiamo adorare il Divino Femminile in ogni donna e non dobbiamo mai cadere nella tentazione di demonizzarla. Dobbiamo riconoscere che una certa letteratura demoniaca sia stata utilizzata per opprimere la donne al posto di esaltare la loro Shakti (energia femminile).

Osservandoci profondamente all’interno potremmo essere sicuri di non reprimere il Buio Femminile evitando che si trasformi in attacchi sulle donne.

La reviviscenza del Femminile sta guadagnando terreno di questi tempi, gente! La mentalità Patriarcale si sta sbriciolando rapidamente. Le Religioni non saranno più capaci di sottomettere le donne. Non c'è sulla terra una forza più potente del risveglio femminile.

Il represso Oscuro Femminile rappresentato da Lilith è gia stato ripristinato, riabilitato e reintegrato dalla psiche del Sufismo. Questo esempio può essere preso in considerazione dai fautori del misticismo femminile intenti a resuscitare il significato positivo di Lilith per le donne contemporanee.

https://www.altrogiornale.org/news.php?item.754

Il ruolo di Lilith nel mito di Atlantide, secondo Edgar Cayce:

…In quel momento della storia di Atlantide Cayce raccontò come le anime che conosciamo come Gesù e Maria arrivarono ad Atlantide come Amilius e Lilith.

Essi vennero per aiutare le anime a cavarsela meglio con le sfide e le necessità durante le incarnazioni in questa dimensione. Inizialmente Amilius e Lilith erano uniti in un’unica superanima (il Logos o Cristo – Cayce disse che “non ci fu mai un periodo in cui non ci fu un Cristo”).

Ma Amilius e Lilith si resero conto come la dualità di questa dimensione separava gli aspetti gemelli dell’anima nelle sue parti yin e yang. Cayce disse che ci vollero 78 anni per dividere del tutto Amilius e Lilith in corpi specifici per gli aspetti maschili e femminili di un’unica anima.

Dopo questo compimento si divise anche la maggior parte delle altre anime.
Il risultato fu maggiore amicizia in questo mondo di separazione e dualità.

La storia parallela nella Bibbia è quella in cui Dio si rese conto che Adamo era solo in questo nuovo mondo, e fra tutte le creature di questo mondo non si riuscì a trovare un compagno adatto a lui.

Per cambiare questa situazione Dio fece scendere un sonno profondo su Adamo ed estrasse da lui il suo lato femminile, separandolo dal lato maschile.

Ora essi poterono essere amici e compagni uno per l’altra.

http://www.edgarcayce.it/media/Atlantidec.htm