Rispondi a: DNA, albero genealogico e vite passate

Home Forum MISTERI DNA, albero genealogico e vite passate Rispondi a: DNA, albero genealogico e vite passate

#2339

ezechiele
Partecipante

(53972) De Saint Martin,Louis Claude. Ecce Homo – Il Nuovo Uomo. Ecce Homo, scritto a Parigi, il nostro autore, che amava definirsi “filosofo Incognito”, ci mostrerà a quale grado di bassezza l'uomo, per la sua debolezza, è caduto; e cerca di guarirlo dalla tendenza a tutto ciò che conduce al meraviglioso d'ordine inferiore, quali ad esempio il sonnambulismo, la chiromanzia e tutte le profezie. Il nuovo ordine, fu scritto a Strasburgo su suggerimento del Cav.Silverhielm, anziano elemosiniere del Re di Svezia e nipote del celebre Swedenberg. L'idea fondamentale di questo scritto è che l'uomo porta in sè una specie di testo, di cui la sua vita interna dovrebbe essere lo svolgimento, perchè, come già aveva affermato in Ecce Homo, l'anima dell'uomo è primitivamente un Pensiero di Dio. I. Ecce Homo, trattato sulla bassezza dell'uomo attratto dal meraviglioso dell'ordine inferiore, chiromanzia, sonnambulismo ecc.. II. Il Nuovo Uomo, opera basata sull'idea che l'uomo porta in sé una specie di testo, di cui la vita deve essere lo svolgimento. A cura di O.La Pera. Firenze, FirenzeLibri Ed.- Ediz.Libreria Chiari 2002, cm.13×20, pp.406, br.sopracop.fig.a col. Coll.La Bautta, Lo Spirito delle Cose, Coll.Martinista.

2 – Il sonnambulo

La metafora classica nello studio dell'ipnosi consiste nel rapportare la condotta dell'ipnotizzato a quella del sonnambulo. Essa è solitamente reificata al punto che quando ci si riferisce allo stato sonnambolico come uno degli stadi più avanzati della trance, taluni ritengono che effettivamente l'ipnotizzato presenti la stessa situazio ne fisiopsichica del sonnambulo.

Barber (2) ha mostrato come gli studi sul sonnambulismo hanno provato che il sonnambulo, contrariamente all'ipnotizzato, durante l'episodio di sonnambulismo presenta un elettroencefalogramma che dimostra che egli rimane add ormentato, inoltre ha movimenti rigidi e stentati, una notevole inconsapevolezza di ciò che lo circonda, un livello di attività motorie estremamente basso e uno sguardo fisso e attonito; difficilmente risponde a qualcuno che gli parla e per attirare la sua attenzione è necessario parlare in continuazione per interrompere i suoi movimenti; quando poi risponde ha la tendenza a mormorare o a parlare in maniera vaga e distaccata; difficilmente inoltre quando gli si ordina di svegliarsi egli obbedisce, per svegliarlo occorrono persistenti manovre; come per esempio scuoterlo, chiamarlo più volte, ecc. Il mattino poi, quando si sveglia, o, se viene svegliato durante l'episodio di sonnambulismo, non da mai segni di ricordare l'episodio stesso.
http://www.esonet.it/News-file-article-sid-690.html

«Colui il quale durante un periodo di catalessi o di sonnambulismo o in quello della veglia successiva perpetra un maleficio non deve risponderne alla giustizia punitiva, stante che nel primo periodo egli sia radicalmente impotente alla vita dello spirito e nel secondo un obbietto ideale si sia impadronito delle facoltà e gli abbia tolto la padronanza di sé stesso… Se analizzando e scomponendo nei diversi elementi, onde consta, il proponimento delittuoso, ne è dato indurre che esso sia dovuto unicamente alla suggestione… non risalirà certo all'individuo la responsabilità giuridica dell'atto… E nemmeno allorché per sua libera elezione il soggetto venga messo in stato ipnotico sorge la figura della colpa… La fiducia riposta nell'operatore lo avrà pienamente rassicurato» (75)

Con ideodinamismo si intende la capacità del cervello di ricevere o evocare idee e la sua tendenza a realizzarle, tendenza in genere repressa dalla facoltà dell'attenzione, dalla critica, dal ragionamento, in una parola dal controllo cerebrale. Il movimento, la sensazione, l'immagine, l'atto organico legati all'idea sono abbozzati ma non vengono mai messi in atto. L'attività automatica cerebrale è frenata dall'attività volontaria» (85).

Secondo Bernheim nel sonno, o in stati ad esso analoghi, ad esempio in alcuni stati emotivi, viene abolito il controllo corticale: «il cervello, dominato dall'automatismo» non può più sottoporre a critica le idee, che tendono a trasformarsi in immagini (sogno) o in azioni (come è evidente negli episodi di sonnambulismo naturale).

http://www.esonet.it/News-file-article-sid-687.html

dai iniziato, dammi qualche titolo!!! :ave: