Rispondi a: nibiru tornerà?

Home Forum MISTERI nibiru tornerà? Rispondi a: nibiru tornerà?

#25

Anonimo

SECRETUM OMEGA

di Franca Giansoldati – Ansa

Il neo direttore della Specola Vaticana, l'argentino padre José Gabriel Funes si concede il dubbio:

“Credo che la vita possa essersi sviluppata in altri sistemi solari. Pensiamo solo che l’universo è composto da miliardi di galassie e che ogni galassia conta miliardi di stelle. E', dunque, possibile che vi siano stelle simili al nostro sole e pianeti simili alla nostra terra”. Ma, aggiunge, che “ad oggi non ci sono prove dell'esistenza di altre forme di vita”. Tuttavia se mai vi fossero extraterrestri “per la teologia non sarebbe di certo un problema, anche loro sono creature di Dio”. Padre Funes in una intervista all’Ansa scherza: “Insomma, se esistesse ET, ET sarebbe da considerare un nostro fratello. Se San Francesco parlava a fratello lupo, noi non potremmo non parlare al fratello ET”. L’universo da evangelizzare? “In un certo senso si, il lavoro sembra non mancare”. Scienziato apprezzato a livello mondiale, esperto di nebule e stringhe, all’attivo una sfilza lunghissima di pubblicazioni scientifiche, padre Funes è reduce dal summit di Praga dove gli astronomi hanno stabilito che i pianeti del nostro sistema solare non sono più nove ma otto (Plutone è stato declassato a ‘pianeta nano’).
Dal 19 agosto ha preso in mano la Specola Vaticana, nominato dal Papa al posto di padre George Coyne che lascia l'incarico dopo 26 anni di servizio. ”Ci siamo visti in Arizona, la scorsa settimana – afferma padre Funes – ora la sua salute va meglio dopo l’operazione subita l'anno scorso. Aveva espresso ai nostri superiori l'intenzione di lasciare la direzione. Era stato nominato da Giovanni Paolo I nel 1978. Penso che il suo sia stato un record e ha diritto anche lui di riposare. Spero solo che la mia direzione non duri così a lungo come la sua”.
”Sono contento – ha detto Funes – e ringrazio Dio e il papa che mi hanno chiamato a questo servizio. La Specola che ricevo da padre Coyne è una struttura in ottima forma, padre Coyne ha fatto per 26 anni un lavoro eccellente e spero di potere continuare sul fronte della ricerca astronomica, promuovendo scuole estive, facendo convegni e pubblicazioni internazionali. Ogni due anni con giovani astronomi di tutto il mondo organizziamo scuole estive e l'anno scorso ci siamo occupati di astrobiologia”.