Rispondi a: Il Dio Sole oggi

Home Forum EXTRA TERRA Il Dio Sole oggi Rispondi a: Il Dio Sole oggi

#25346
Richard
Richard
Amministratore del forum

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.370

Cotterell mostra che il Sole ha due campi magnetici fondamentali, uno dei quali divide essenzialmente il sole per il lungo, come una torta, in quattro quadranti uguali.

Se pensiamo per un minuto a cosa veramente riveli questo fatto, ci mostra che esiste una “armonica” dell’ottaedro nel Sole, con un vertice per ogni polo e quattro equamente distanziati attorno all'equatore (Vedere l’immagine).

Secondo i dati dell'astronave interplanetaria IMP1 1963, i punti di stress equatoriali dell'ottaedro che formano questo campo magnetico a quattro lati, provocano nel Sole un “effetto sprinkler (5)” che ci riversa addosso una doccia di particelle con carica diversa ogni mese.

Dunque, ogni mese può essere fondamentalmente “positivo” o “negativo”, basandoci su quelli che noi ora sappiamo essere flussi ottaedrici di energia. (Cotterell non ha evidenziato la geometria in questo).

Cotterell va avanti a mostrare una perfetta correlazione tra i flussi di ioni positivi e l'estroversione, ovvero personalità estroverse, e similmente, fra gli ioni negativi e l'introversione, ovvero personalità più chiuse in sé stesse.

Questa relazione è stata dimostrata dallo studio di Mayo/Eysenck. Jeff Mayo era un astrologo che ha collaborato con il dott. Hans Eysenck, il “padre del test del Quoziente Intellettivo”, per dimostrare questo punto interessante ed elusivo.

Ai partecipanti è stata fatta una stima della personalità sulle tendenze introverse/estroverse, e questi dati sono stati poi confrontati con il loro “segno natale”. Lo studio ha dimostrato una correlazione straordinariamente alta tra queste due variabili, per un gruppo relativamente enorme di oltre 2.000 soggetti partecipanti.

Cotterell ci avvisa anche dell'effetto che le macchie solari hanno sui nostri sistemi gravitazionali, radio ed elettrici. In Mayan Prophecies, discute di una enorme eruzione solare che ha sputato raggi X osservata il 5 Marzo 1989, e durata per 137 minuti.

Gli scienziati del Gruppo di Osservazione Geologica di Edinburgo credevano che fosse l’evento più grande del suo genere nel 20° secolo, avendo sovraccaricato i sensori che hanno usato per osservarlo. Cotterell indica che subito dopo nel punto della eruzione si sono osservate macchie solari, dimostrando un chiaro legame tra i due eventi solari.

Queste due forze solari non erano mai state messe in relazione in passato e questo evento supporta la teoria di Cotterell che le macchie solari siano correlate a disturbi magnetici e di radiazione. L'”eruzione” sarebbe la rottura visibile della tensione nelle linee magnetiche di forza, seguite dalla macchia solare.

Però il seguito è stato ancor più interessante. Tre giorni dopo, l'8 Marzo, il sole ha iniziato ad emettere un grande flusso di protoni o particelle cariche positivamente.

Cotterell ha indicato che il campo magnetico della Terra si è deviato di 8 gradi in poche ore, rispetto alla normale deviazione di soli 0,2° all’ora.

Questo evento ha portato direttamente all’ avvistamento di aurore boreali in aree assai insolite, molto più a sud della norma, massicce ondate di energia che hanno distrutto alcune griglie di distribuzione elettrica in Canada e hanno causato danni diffusi e una totale dispersione delle onde radio, mettendo KO le comunicazioni satellitari.

Ora, al momento attuale, gruppi crescenti di astrofisici stanno prevedendo grossi problemi nei nostri sistemi di comunicazione, intorno all'anno 2000, proprio durante e dopo che questo libro sarà pubblicato.

Il tipico ciclo di macchie solari di 11 anni raggiunge il suo picco nel 2000, e basandoci sulle attuali osservazioni, possiamo aspettarci come risultato alcuni effetti solari molto seri.

Abbiamo già visto questi effetti avvenire su scala più ampia, compreso lo spegnimento del satellite Galaxy 4 del 1998, che ha provocato il mancato funzionamento dei Teledrin in tutti gli Stati Uniti. L' energia dovrebbe divenire sempre più intensa col passare del tempo.

Quindi, con la nostra breve panoramica su qualcosa che Cotterell spiega con dettagli molto maggiori, iniziamo a vedere all’opera una legge della natura mai scoperta in precedenza…
—————
[youtube=425,344]ueIbVUt2WyM
[youtube=425,344]UDBsEfadfwE