Rispondi a: Il Dio Sole oggi

Home Forum EXTRA TERRA Il Dio Sole oggi Rispondi a: Il Dio Sole oggi

#25828
Richard
Richard
Amministratore del forum

29 dicembre 2011
..All’inizio dell’anno, le sonde gemelle Stereo della NASA si sono posizionate sul lato del Sole più lontano dalla Terra, permettendo agli scienziati solari di visualizzare la superficie precedentemente nascosta. “Questo è fantastico,” ha detto Young. “Con SOHO, SDO, e Stereo, abbiamo potuto osservare il sole con una completezza senza precedenti.” I ricercatori solari hanno ora i loro occhi sulla stella intera, il che significa che avrà più difficoltà a sorprenderci. Gli scienziati possono identificare le macchie solari attive, dalle quali possono nascere flare intensi ed espulsioni di massa coronale potenzialmente dannose, sul lato “nascosto” del sole prima che ruoti verso il nostro pianeta. Nel mese di gennaio, gli astronomi hanno dichiarato di utilizzare il Solar Dynamics Observatory (SDO), i veicoli spaziali e il satellite giapponese Hinode, per studiare i pennacchi giganti e misurare i gas provenienti dalla fotosfera. Conosciute come spicole, queste fontane sono risultate essere più calde di quanto precedentemente osservato, il che significa che potrebbero essere una causa significativa del riscaldamento dell’atmosfera esterna del sole, o corona. Immagini di 191 brillamenti solari prodotte da SDO hanno anche aiutato un gruppo di astronomi a raggiungere alcune deduzioni fondamentali. Molte delle immagini hanno mostrato una “fase tardiva” compresa tra qualche minuto ad ore, dopo il picco. Un evento sfuggito in passato. Si è scoperto inoltre che i brillamenti solari rilasciano a quanto pare più energia di quanto precedentemente ipotizzato. L’attività solare continuerà probabilmente ad aumentare sino al 2013 o sino alla fine del 2012, quando ci sarà il picco massimo dell’attività undecennale. Con l’aumento dell’attività solare e dai dati a nostra disposizione, il 2012 dovrebbe essere quindi un anno molto interessante per la fisica solare.

http://www.meteoweb.eu/2011/12/lattivita-solare-del-2011-e-le-prospettive-future/106560/