Rispondi a: Il Dio Sole oggi

Home Forum EXTRA TERRA Il Dio Sole oggi Rispondi a: Il Dio Sole oggi

#25880
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1331287170=prixi]
… non sò se sia da ricollegare alle variazioni di magnetismo o meno …
siccome si è spesso parlato in questo topic di disturbi del sonno o risvegli in determinate ore della notte ipoteticamente attribuiti alle tempeste solari, personalmente ho notato una maggiore necessità di dormire, sia da parte mia che di mia figlia … ultimamente, cosa mai accaduta prima, il pomeriggio ci concediamo un riposino di un'oretta perchè crolliamo dal sonno, ciò nonostante, anche la notte riposiamo profondamente.
Non abbiamo sostanzialmente modificato nulla nella nostra vita che possa giustificare questa necessità, mangiamo le stesse cose, viviamo nella stessa casa, facciamo le stesse cose di prima … e stiamo bene.
:hihi:
[/quote1331287170]
noi attribuiamo questo solitamente a cause “locali”, dell'ambiente vicino o al nostro organismo ecc
questo non toglie collegamenti a cause più distanti, come all'influsso del geomagnetismo
Una cosa non esclude l'altra, è una catena..

http://www.naturmed.unimi.it/meteolab_cronobiologia.html
I ritmi biologici, di grande attualità ed interesse anche nel campo delle meteoropatie e delle climatopatie,costituiscono oggi una importante branca degli studi universitari di tipo medico-biologico, conosciuta come cronobiologia.
La cronobiologia è legata agli eventi cosmici perché molti dei ritmi biologici sono legati sia al movimento di rotazione della Terra (ritmi circadiani), sia al movimento della luna intorno alla Terra (ritmi circatrigintani) come pure al movimento di rotazione della terra intorno al sole (ritmi circannuali).

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__ascolta_il_tuo_corpo_pan.php

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6124

elevata attivita geomagnetica è stata legata alla psicologia, neurologia e sistema cardiovascolare umano e il meccanismo sottostante riguarderebbe la produzione di melatonina.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18472329
Elevated geomagnetic activity has been linked with human psychological, neurological and cardiovascular outcomes, and altered melatonin production has been implicated as an underlying mechanism to explain these effects. The relationship between geomagnetic activity and overnight excretion of the melatonin metabolite, 6-hydroxymelatonin sulfate (6-OHMS), was evaluated in a population of 153 male electric utility workers. The effect of geomagnetic activity combined with either 60Hz magnetic field or ambient light exposures was also evaluated. Elevated equivalent amplitudes (USGS, Boulder, CO) were associated with lower adjusted mean nocturnal 6-OHMS/cr concentrations and reduced total overnight 6-OHMS excretion, consistent with a previous study. Time intervals in which geomagnetic activity predicted the largest differences in mean 6-OHMS excretion generally occurred between 15- and 33-h prior to urine sample collection. These times coincide with key periods of melatonin regulation and production, respectively, suggesting that geomagnetic activity may play a role in the entrainment of human melatonin rhythms.