Rispondi a: Il Dio Sole oggi

Home Forum EXTRA TERRA Il Dio Sole oggi Rispondi a: Il Dio Sole oggi

#25948
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1333608862=farfalla5]
[quote1333579642=deg]

Mi pare che ci sia un nesso .. ma non sono molto ferrata in materia… 😕
[/quote1333579642]
Ciao Deg, aspettiamo Richard, lui senz'altro ci può dare qualche delucidazione.
[/quote1333608862]
grazie Farfy, però anche io cerco di capire e imparare..
devo guardarci con calma
quello che posso dire è da quanto ho capito, che in effetti dobbiamo rivedere importanti concetti di base nella fisica e anche in quella spaziale, soprattutto riguardo il “vuoto” ed è una cosa fondamentale, che tocca tutti i campi della scienza

Ad esempio si da per certezza che lo spazio “vuoto” interstellare, nelle distanze tra una stella e l'altra.., sia uniforme e non ci siano disomogeinità
uno dei punti evidenziati nella ricerca “The Divine Cosmos” di Wilcock e discusso nel rapporto di Dmitriev, anche all'interno della nasa ci sono stati scontri su questo, sembra non si voglia toccare l'argomento e metterlo in dubbio

Ora mi viene in mente questo, magari non è così legato all'articolo di sopra..comunque l'energia potrebbe quindi arrivare in modi inattesi per la scienza ufficiale

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_08.htm

Lo studio di Dmitriev inizia col puntare il dito verso il fatto che i cambiamenti, ora ammessi anche dal governo, nella fisica di base e nei comportamenti della Terra stanno diventando irreversibili. Una prova evidente suggerisce che questi cambiamenti sono causati dal nostro spostamento in quello che Dmitriev chiama “una materia altamente caricata e non-uniformità energetica”, o come diremmo noi una superiore densità di energia eterica, nel vicino (locale) spazio interstellare (il LISM). Questo imprevisto materiale energetico altamente caricato viene ora assorbito nell’area interplanetaria del nostro Sistema Solare, “creando processi ibridi e stati di energia eccitata in tutti i pianeti, così come nel Sole”. Gli effetti osservabili sulla Terra di questa trasformazione includono un’accelerazione dell’inversione dei nostri poli magnetici, un cambio nel contenuto e nella distribuzione orizzontale e verticale dell’ozono nell’atmosfera e una magnitudine e frequenza dei maggiori eventi catastrofici in continuo aumento. [15]

“Se tutto ciò sta realmente accadendo, allora perché la NASA non ne ha mai parlato?”

Come vedremo, secondo un illustre Ph. D. [=Dottore in Filosofia, n.d.t.], la NASA sembra avere una “persistente, perniciosa predisposizione” contro ogni discussione sulla trasformazione dell’Eliosfera, e assume automaticamente, senza possibilità di discussione, che il LISM debba mantenere una “densità uniforme”. Altre, più esoteriche, spiegazioni sono state proposte per l’incremento energetico e la luminosità osservati che non hanno la semplicità e l’eleganza del modello di Dmitriev, come “il vento solare riaccelerato”.

..
Un professore, il dott. D.E. Shemansky dell’Università del Southern California, ha osato fare una particolare coraggiosa affermazione a proposito di questo problema, suggerendo che c’è uno sforzo deliberato da parte della NASA per evitare ogni discussione sulla sua “prima prova” di un “grande incremento” della densità energetica del LISM [35]:

La ricerca sulle proprietà del Medium Interstellare Locale è stata condotta in periodi sparpagliati fin dal 1978. La Space Physics Division della NASA ha mostrato una persistente e perniciosa predisposizione contro il lavoro sugli effetti del gas neutro nel LISM negli Stati Uniti, dal momento della creazione della Division… I contributi più importanti per la ricerca in questo programma sono il documento (48), che presenta un metodo indipendente di calibrazione per determinare la densità assoluta del LISM, e l’(89), che presenta la prima prova di un incremento su larga scala nella densità dell’idrogeno atomico neutro nel LISM proveniente dalle misurazioni della Voyager nella regione a 50UA… [grassetti aggiunti]