Rispondi a: Il nostro Universo e l'altro Universo

Home Forum EXTRA TERRA Il nostro Universo e l'altro Universo Rispondi a: Il nostro Universo e l'altro Universo

#26302
Richard
Richard
Amministratore del forum

hanno fatto la mappa della radiazione di fondo, perlomeno fin dove riusciamo a rilevarla

In cosmologia, la radiazione cosmica di fondo, detta anche radiazione di fondo, abbreviato spesso in CMB, dall'inglese cosmic microwave background, è la radiazione elettromagnetica residua prodotta dal Big Bang che permea l'universo[1]. Nonostante con un telescopio ottico tradizionale lo spazio tra stelle e galassie appaia nero, attraverso un radiotelescopio si rileva una debole radiazione isotropa di fondo che non è associata ad alcuna stella, galassia, o altri oggetti. Tale radiazione cosmica ha intensità maggiore nella regione delle microonde dello spettro elettromagnetico. La CMB venne scoperta nel 1964 dagli astronomi americani Arno Penzias e Robert Wilson[2] da uno studio avviato nel 1940, vincendo così il Premio Nobel nel 1978.
http://it.wikipedia.org/wiki/Radiazione_cosmica_di_fondo

[youtube=480,385]17jymDn0W6U

Un'importante domanda della cosmologia per ora senza risposta è quella della forma dell'universo.

Per prima cosa, occorrerebbe stabilire se l'universo è piatto, ossia rispetta le regole della geometria euclidea su grande scala. Al momento, la maggior parte dei cosmologi pensa che l'universo osservabile sia (quasi) piatto, esattamente come la superficie della Terra è (quasi) piatta.

In secondo luogo, occorre stabilire se l'universo sia topologicamente connesso oppure no. Secondo il modello del Big Bang, l'universo non ha un confine spaziale, ma potrebbe comunque essere spazialmente finito. Questo può essere compreso mediante un'analogia con le due dimensioni: la superficie della Terra non ha confini, ma ha comunque un'area finita.
http://it.wikipedia.org/wiki/Universo

Non si sa se l'universo sia finito o infinito in dimensione e in volume, anche se la maggior parte dei teorici al momento sostiene la tesi di un universo finito. Per quanto riguarda quello osservabile, invece, grazie al fatto che la velocità della luce, cioè la massima velocità a cui un fenomeno fisico può propagarsi, è limitata, è possibile evincere che esso sia finito. L'orizzonte cosmico si trova a 13,7 miliardi di anni luce di distanza. La distanza effettiva di questo orizzonte è però più grande, perché nel tempo trascorso affinché la luce sia arrivata fino a noi, questo bordo ha continuato ad espandersi.
————-

in generale dobbiamo ancora capire e verificare molte cose..