Rispondi a: La grande alienazione.

Home Forum EXTRA TERRA La grande alienazione. Rispondi a: La grande alienazione.

#27049
Richard
Richard
Amministratore del forum

E' il 1947, sono passati due anni dalla fine dell'ultima guerra mondiale, dove la grande razza umana ha espresso il meglio di sè stessa con il bombardamento atomico sul Giappone, ma sempre naturalmente “per il bene del mondo”, ed ecco che incomincia la grande propaganda mediatica americana sulle improvvise quanto fantomatiche appaizioni UFO, piatti volanti.
Tra sortite e smentite il fenomeno si espande a macchia d'olio, il mondo assapora per la prima volta la grande emozione di una nuova visione dell'Universo, fino ad allora puro elemento romantico, e da allora in poi trasformato in autostrada celeste per astronavi aliene, provenienti dalle regioni più sperdute del cosmo, un impatto sociale notevole, martellato di continuo da abili personaggi come G. Adamsky e i suoi discendenti diretti, che nei decenni si sono sempre più specializzati nel business ufologico internazionale.
I mass media enfatizzano tutto il fenomeno fino all'inverosimile, la gente vede luci notturne e diurne nel cielo e comincia il sogno, il meraviglioso sogno di milioni e poi miliardi di disadattati post bellici che alzano lo sguardo al cielo e sperano che i visitatori risolvano miracolosamente tutti i loro seri problemi esistenziali; il progetto nazista “Guardate le stelle” viene attuato in pieno e addirittura c'è chi sulla Terra vede perfino delle fantasmagoriche maschere aliene.
E mentre tutto il mondo avvista luci e veicoli strani, moltissimi fantadementi incominciano a mistificare il tutto ancora di più.
Nasce quindi la New Age, gli amici dei fratelli cosmici, degli dei stellari che tornano a salvare l'umanità dai cattivi governanti; dopo più di 60 anni il vespaio news è ormai inarrestabile, mentre gli infiniti canalizzatori annunciano che gli dei megagalattici scenderanno sulla Terra a sfamare i popoli oppressi, regalandogli il paradiso.
Una fede incrollabile pervade i più cervellotici e tutti perdono il solo riferimento utile, sè stessi; così le masse si volgono alle stelle e sperano, si, sperano infelici e disperatamente che gli dei gli portino il segreto della pietra filosofale, dell'immortalita e del sesso free, facendoli felicissimi.
Figli dei fiori, figli delle stelle, figli della Nuova Era, figli tutti di una stessa madre… la menzogna più grande di tutta la storia umana.
La Terra va in rovina, gli umani sono ormai delle larve ottuse, ma tutti aspettano… e aspettano… aspettano di finire nella bara in cui, non accorgendosi che il tempo scorre, arrivano puntuali, mentre i loro demoni li usano come schiavi.
E il mondo continua, mentre i ricchi del NWO si arricchiscono ancor più ed affidano il controllo del mondo alle stesse illusioni degli umani.
Dio non esiste più, l'Uomo non esiste più, è ormai un alienato che dietro i suoi tele-bidoni aspetta sognando una fine certa, sempre più solo e senza ideali nel cuore, dimenticandosi di ogni principio. [/quote]

La domanda è: [color=#ff0000]Ma voi cosa aspettate davvero e da quanto? [/color]

in natura tutto è ciclico/ritmico
ci sarà la fine di questo ciclo
ci si può ragionevolmente aspettare questo e per sensazioni interiori e analisi esteriori si cercano di capire tante cose della vita e di rispondere a tante domande, una di queste è “finirà pure sta cacca” ..”quando finirà?”..”può essere che stia per finire?” ..”secondo quale logica e meccanismi?” “siamo soli nell'universo?” “vista la demenza umana forse qualcuno o qualcosa finora ci ha protetti dalla distruzione totale?” ecc….

Del resto Pyriel mi tocco :denten: meno male che ci illumini