Rispondi a: il video dell'ufo ripreso in turchia dal guardiano Yalcin Yalman e le mie perplessità

Home Forum EXTRA TERRA il video dell'ufo ripreso in turchia dal guardiano Yalcin Yalman e le mie perplessità Rispondi a: il video dell'ufo ripreso in turchia dal guardiano Yalcin Yalman e le mie perplessità

#27082
PRHOTEUS
PRHOTEUS
Partecipante

salve a tutti ,
a proposito di ufo a triangolo , potrebbe trattarsi del
TR-3B costruito a metà degli'anni 80 o il più recente che é stato ciamato Aurora che secondo alcune fonti é un mix tra il TR-3B ed i TR-75 ed altri modelli TR .
vedi foto del TR-3B

questo é il modello Aurora di più recente costruzione

mi stavo propio occupando di tradurre alcune dichiarazioni a riguardo di un diario del Presidente Raegan dove appunto si asserisce a questi veicoli
da questo sito:
http://ovnis-usa.com/
queste sono una parte che ho iniziato a tradurre

Domenica 19 aprile 2009

Michael Salla non ha tardato.
Già il 15 aprile era di ritorno su ’’ The Examiner ’’ con un nuovo articolo:
’’Le note di Reagan e la flotta dei veicoli antigravità del Commando Spaziale ’’

Il 13 aprile, l’Amministrazione degli Archivi Nazionali ha diffuso 250.000 pagine di documenti riguardanti il governo di Ronald Reagan.
Questo rappresenta dei mesi di lavoro prima che i ricercatori avessero finito di recensirli.
Noi speriamo che cio permetta tra l’altro di chiarire un commentario rivelato nel suo diario alla data di martedi 11 giugno 1985 ( pag. 334 ):

’’ Pranzare con 5 conoscitori spaziali di alto livello. Passionante.
Lo spazio é decisamente la nostra ultima frontiera e
di alcune scoperte in astronomia, ecc…
fanno pensare a della science-fiction, ma noi siamo bene nel reale.
Ho appreso che la capacità delle nostre navette permetterebbe
di piazzare 300 persone in orbita ’’.

The Reagan Diaires ( Harper Collins, 2007 )

Io trovo questo curioso perché le nostre Navette Spaziali possono imbarcare un massimo di otto passeggeri, e cinque solamente ne sono state costruite.
Anche caricandole tutte e cinque le Navette ed inviarle tutte insieme nello spazio, non si arriverà mai alla cifra di 300 passeggeri.
Reagan aveva rivelato l’esistenza di programmi altamente classificati ?
Questo é apparentemente il caso, secondo le decine di informatori nell’ambito militare e da parte di compagnie private : lo Strategic Command é uno dei dieci poli di comando nelle forze armate americane; loro controllerebbero una flotta di veicoli ad antigravità che hanno la taglia di una porta-aerei.

Gli Stati Uniti hanno strutturato le loro forze militari istituendo dieci comandi unificati, ognuno sulla responsabilità di un generale o un ammiraglio a quattro stelle che dipendono direttamente dal Ministro della Difesa.
Sei fra questi servono a coprire tutte le regioni geografiche del globo.

A questo si aggiungono quattro commandi operazionali le cui attività militari specializzate sono orchestrate da un unico ’’ Combatant Commander ’’.
Dal 1985 al 2002 lo Space Command é stato responsabile di operazioni militari nello spazio. In giugno del 2002 lo Space Command si é fuso con lo Strategic Command, che ha in carica il compito delle attività spaziali come la gestione dei satelliti,dei missili, del nucleare e delle missioni d’informazioni .

I rumori secondo cui gli Stati Uniti possiedono una flotta ultra segreta di veicoli ad antigravità, circolano da anni .

Il 23 marzo 1993, durante una riunione destinata agli ingegnieri, organizzata a Los Angeles, il dottor BEN RICH anziano direttore esegutivo delle ricerche avanzate presso la LOCKHEED , ha mostrato un’immagine di un disco nero che si dirigeva verso lo spazio ed ha dichiarato:

Noi possediamo adesso la tecnologia necessaria per riportare E.T. a casa.

Degli informatori in ambito militare ed altro, anche di compagnie private, hanno apertamente testimoniato che avevano una buona conoscenza di tale macchine ad antigravità come l’AURORA ed il TR-3B.
Nel suo libro, ’’ The Hunt for Zero Point’’, l’analista NICK COOK
del ’’Jane’s Defense Weekly’’, scrive questo a proposito del AURORA :
’’Già dalla fine degli’anni 80 ci si interroga su l’esistenza del successore segreto del Blakbird; si tratta di un aereo mitico chiamato l’Aurora che sarebbe capace di volare due volte più veloce ed al limite della nostra atmosfera ’’
( pag. 14 ).

Altri informatori come EDGAR FOUCHE, anziano contrattante del Ministero della Difesa , ha sostenuto che l’Aurora é il successore del Blackbird (o del SR-71), si compone di due tipi di aerei hipersonici per andare nello spazio:

’’ l’Aurora integra il SR-75, che é capace di volare a Mach-5, e serve di veicolo madre per il SR-74che puo raggiungere Mach-18 ed andare a piazzare satelliti nello spazio’’.

Più spettacolare,c’é anche il TR-3B , di forma triangolare, che secondo EDGAR FOUCHE genera un campo elettromagnetico intenso la quale riduce il suo peso
dell’ 89%. Secondo lui il TR-3B utilizza l’effetto Biefeld-Brown ( creato da importanti cariche elettrostatiche), poi dei sistemi di propulsione più convenzionali come i scramjet che lo portano a velocità prodigiose che si situano al disopra di Mach-18 che é secondo lui la velocità del SR-74.
FOUCHE afferma che il TR-3B ha un diametro di 200 metri e che si avvicina alla taglia di una porta-aerei.

Delle prove ben stabilite confermano che esiste una flotta segreta di veicoli spaziali ad antigravità. Per esempio questa nota sbalorditiva del Presidente RONALD REAGAN nel suo diario, ci parla di una navetta che ha la capacità di portare 300 passeggeri nell’orbita terrestre.
Altri esempi, il 6 agosto 2007 la Nasa ha onorato ’’la squadra di sostegno ai voli abitati’’ perché ha permesso di evitare ai veicoli Nasa di entrare in collisione con rottami spaziali. Questa squadra faceva parte dello ’’Space Command’’ dunque é noto che é il principale comando militare che fornisce un’assistenza spaziale alla U.S. Strategic Command .

’’Questa ricompensa… sottolineano il sostegno eccezionale che la squadra ci ha portato per permettere alla navetta, alla stazione spaziale internazionale ed al loro equipaggio, di evitare i pericoli dei rottami in orbita, le collisioni dei veicoli ed altri incidentipotenzialiche sono inerenti alle manovre in orbita’’ .

Tuttavia il pubblico non ha conoscienza che l’USAF Space Command, ne che lo
Strategic Command, dispongono di macchine spaziali che possano assistere la Navetta o l’ISS.
Normalmente questi veicoli della Nasa devono necessitare di correzioni graduali la quale prendono molto tempo e non permettono di affrontare dei pericoli imminenti.

Secondo TED TWIETMEYER questa ricompensa é la prova che dei macchinari antigravità esistono, che sono dotati di armi a raggi a particelle con la quale possono distruggere i rottami che si trovano sulla traettoria Spaziale dei veicoli della Nasa.
Quest’idea di una flotta segreta che dispone di tecnologie avanzate capace d’intervenire per assistere la Navetta e l’ISS é ugualmente rinforzata dalla testimonianza di un vecchio impiegato della Nasa.

CLARK McCLELLAND ha lavorato come operatore per molti lanci della Navetta dal 1989 al 1992. Lui ha dichiarato di aver visto imbarcare un passeggero gigante, che doveva fare tra 2,50 metri a 2,80 metri di altezza e al suo fianco uno strumento ad antigravità a forma di ala delta .
McCLELLAND conosceva tutti gli astronauti di questo programma della Nasa e pensa che questo personaggio in tuta spaziale era un extraterrestre.

Non possiamo scartare la possibilità che quest’essere e lo strumento a forma di delta facessero parte di una missione segreta in relazione con la Flotta dello Spazio sotto l’autorità dell’ U.S. Strategic Command.

L’idea di una flotta segreta é stata anche rilanciata dall’ hacker britannico
GARY McKINNON, che rischia l’estradizione negli Stati Uniti per aver ficcato il naso nei computer della Nasa e delle Forze Armate.
McKINNON aveva annunciato che aveva avuto accesso a dei documenti segreti del Pentagono e della Nasa, di una lista di ufficiali non terrestri, e di una direttiva che affermava delle transferte da flotte a flotte .
Puo darsi che il gigante accompagnato da due altri astronauti facesse parte di un gruppo di ufficiali non terrestri che potevano apportare il loro sostegno ai programmi della Navetta sotto la guida sello Space-Command dell’U.S. Air Force?

Se consideriamo queste prove emanate da diverse fonti, la nota del Presidente Reagan stilata nel 1985 nel suo diario, appaiono come un riconoscimento evidente di un programma spaziale segreto che permetta di trasportare e di prendere a carico centinaia di astronauti. Questa nota mostra che ha ricevuto molte informazioni su questo soggetto .
Altri indizi importanti possono emergere tra le 250.000 pagine di documenti recentemente declassificati.
L’essenziale sarebbe che il pubblico sia informato delle tecnologie di antigravità che sono state sviluppate in gran segreto e che le utilizzino da decenni per inviare astronauti militari nello spazio.

fonte:http://ovnis-usa.com/2009/04/19/dimanche-19-avril/