Rispondi a: I documenti Ummiti

Home Forum EXTRA TERRA I documenti Ummiti Rispondi a: I documenti Ummiti

#27863

deg
Partecipante

[youtube=445,364|border]UqCw0e8ApKo

La trasmissione è stata registrata nel settembre del 1991

La donna che interviene continua a descrivere la società degli Ummiti. Dice che sono molto seri e un po’ noiosi . Hanno un olfatto molto sviluppato e fabbricano degli strumenti che producono profumi e “sentono” concerti di odori.

Interviene un astronomo, Jean Claude Ribes, direttore dell’osservatorio di Lione che dice che si tratta soltanto di fantascienza. Nemmeno tanto fantasiosa. La vita extraterrestre è un’altra cosa. Ritiene che il libro di J.P. Petit rientra nell’ambito della fede, e che non è scientifico. Dice che è troppo modesto nel dire che i suoi lavori in cosmologia siano d’ispirazione extraterrestre.

Petit ribatte che gli scritti non mancano affatto di fantasia. Vi sono sottigliezze negli scritti. Dice anche se avesse scoperto lui i lavori che ha pubblicato lo avrebbe fatto nel lontano 1962 quando era ancora studente (data degli scritti ai quali si riferisce).

Si parla di una scena che lui descrive nel libro. In una camera da letto lui vede passa re diversi esseri. Petit dice che si trattava di un sogno ma che era comunque un contatto. Insiste sul fatto della presenza delle sue pubblicazioni come prova concreta dell’esistenza degli Ummiti.

Il presentatore insiste anche lui sull’ipotesi di un gruppo di persone che, per anni, abbiano escogitato questa farsa. Petit dice che gli scienziati non hanno tempo da perdere, che se fanno delle scoperte le sfruttano loro stessi, senza andare a divulgarle per scherzo.

Uno spettatore emette l’ipotesi di una burla all’origine che in seguito avrebbe potuto auto-generarsi . Dice che si potrebbe immaginare (ma non lo afferma) che gli spagnoli, che conosce bene e che sono molto entusiasti sul temo UFO, potrebbero aver continuato “a turno” a produrre gli scritti.

Petit dice che non è cosa semplice creare documenti di questo tipo.
Un altro spettatore dice che alcuni documenti ummiti sono stati sottoposti all’attenzione di alcuni scienziati, fisici che hanno detto che erano di livello studentesco laurendi.
Petit chiede i nomi di questi fisici.

L’altro cita un nome (non l’ho capito), un fisico di Avignon. Petit chiede la sua specialità. Petit è specialista di cosmologia teorica. Gli viene chiesto di spiegare di che cosa si tratta. Parla di Einstein. Uno spettatore contesta dicendo che Einstein è stato appena rimesso in questione da uno scienziato americano (descrive Stephen Hawkings ma il nome non viene citato).

Il presentatore gli toglie il microfono dicendo che la teoria di Einstein non è stata contestata..
La donna dice che i documenti sono stati analizzati da altri ricercatori e non soltanto Petit. È vero che talvolta vi sono errori stupidi da studenti di liceo. Si alternano documenti molto originali ed errori grossolani.

Un altro ospite, Jacques Benveniste, direttore di ricerca all’INSERN, che studia tra l’altro la memoria dell’acqua, ha pubblicato e scritto la prefazione del libro di J.P. Petit.

Il punto di partenza, secondo lui, deve rimanere scientifico. I libri non affermano senza l’ombra di dubbio che si tratta di extraterrestri . Dice che o c’è un mistero Ummo, oppure un mistero Petit.