Rispondi a: 9 Ottobre 2009: la NASA bombarda la Luna

Home Forum EXTRA TERRA 9 Ottobre 2009: la NASA bombarda la Luna Rispondi a: 9 Ottobre 2009: la NASA bombarda la Luna

#28889
Richard
Richard
Amministratore del forum

Io e Mike per primi lo abbiamo predetto in base alle analisi dell'immagine dell'Apollo 15 AS15-88-12013 che ha mostrato un “retro riflesso” che si allungava sulla luna in luce visibile, ripresa mentre l'Apollo 15 si allontanava dalla Luna, abbiamo pubblicato la nostra analisi preliminare nelle edizioni originali di Dark Mission, come “Figura a colori 16”

http://www.enterprisemission.com/AS15-88-12013-domes-enhanced-color.jpg

In base all'analisi di questa immagine dell'Apollo 15, di sopra, se un set di sensori infrarossi avessero osservato le stesse caratteristiche d'orizzonte (abbiamo ragionato..), se i riflessi sopra la superficie erano veri, future osservazioni all'infrarosso avrebbero rilevato l'emissione di calore di questo gruppo (demolito) di “strutture lunari”..
Confermando il nostro “modello delle cupole lunari” da una direzione differente (e indiscutibile)
Cosa che infine la LCROSS ha fatto nella sua prima sessione di osservazione a Giugno!
Provando scientificamente che esiston “antiche cupole lunari e rovine sulla Luna”, e sembra in grande numero..

In questo modo, le camere in IR della LCROSS hanno confermato facilmente non solo l'esistenza fisica di cupole (dalle loro emissioni termiche) , hanno rivelato una distribuzione molto ampia di queste strutture…che sembrano coprire molto della zona oscura della Luna! Lo stesso emisfero lontano cosi diverso visivamente da quello che fissiamo da migliaia di anni..il lato vicino…
Questo mosaico lunare della Clementine (sotto) presentato dalla prospettiva del “guardare giu” sul polo nord lunare, dimostra realmente la drastica differenza tra i due emisferi lunari, il “lato vicino” che si affaccia sempre verso la Terra (sotto) e il lato lunare “Lontano”..sempre voltato..

http://www.enterprisemission.com/Clem-north_pole.jpg

Quando le prime immagini della LCROSS sono state rilasciate in Giugno, abbiamo anche realizzato che queste conferme in IR del nostro “modello di cupole antiche” erano solo l'inizio..
A questo punto abbiamo iniziato a intrattenerci con l'idea che l'intera missione LCROSS/LRO potrebbe essere stata una particolare storia; creata per “cercare acqua sui poli della Luna”, poi in effetti la vera missione era esplorare “la struttura, la composizione, la distribuzione..e forse le origini” ..di ogni rovina lunare meglio preservata vicino ai poli..

In soli quattro mesi (da giugno a ottobre) se avevamo ragione, gli strumenti della LCROSS avrebbero potuto rivelare la verità dietro queste “affermazioni impossibili su cupole lunari e rovine..” in quanto la LCROSS vi avrebbe nagivato in mezzo..seguendo l'impatto pianificato del Centaur
Cosi facendo avrebbe per forza sfrecciato attraverso le parti superiori di una di queste “strutture a cupola sopravvissute..” (giudicando dalle immagini in IR) e sarebbe stata la posizione ideale per riportare immagini e speciali letture sulle “proprieta di queste cupole” “fino ai costituenti chimici”..

Tramite nove strumenti a multispettro, progettati (iniziavamo a capire) per rispondere a tutte le domande possibili sulla natura fondamentale di queste rovine..in una missione NASA d'emergenza..
Anche se al resto del mondo, deliberatamente invitato a “partecipare” in questa farsa, veniva detto che “questa è solo un'altra ricerca della NASA per l'acqua nel sistema solare..”
La perfetta storia di copertura..

Le implicazioni politiche maggiori di questo scenario sono:
Alcuni ragazzi CORRENTEMENTE nella NASA stanno tentando (con le missioni LRO/LCROSS) “di accelerare riguardo alla storia delle rovine sulla Luna”
Questo implica che questi ragazzi NASA non erano gli originali ragazzi NASA, quelli che hanno scoperto tutto su questa roba sulla Luna decenni fa (anche prima dell'Apollo)..e che hanno continuamente coperto tutto (come documentato in Dark Mission)
No, queste recenti azioni della NASA sono state di un “gruppo di novellini in queste informazioni ET” e comunque hanno creato dei mezzi per TESTARE rapidamente questa ipotesi
Con la LCROSS

Questo “cambio nella NASA” è iniziato nel 2004..quando il Pres.George W.Bush si è presentato improvvisamente in NASA a Gennaio e ha annunciato, dopo 30 anni di “pausa”, che “gli Americani torneranno sulla Luna..e quindi su Marte”.
A questo punto decenni di stagnazione della NASA…hanno svoltato verso l'”esplorazione”

http://www.enterprisemission.com/Bush-NASA-2004.jpg

Come ho detto altre volte, “è stato attivato un interruttore e tutti i sogni visionari di colonizzazione del sistema solare e l'esplosione di nuova ricchezza generata dall'uso industriale delle risorse riportate a Terra…” discusso negli anni 40 e 50 prima dell'Apollo, tutto è stato riattivato”

E' stato George W.Bush, 43mo Presidente degli USA a riattivare l'interruttore, mettendo in moto piani per ereditare le ricchezze del sistema solare per tutta l'Umanità.
Un piano che originalmente, NON includeva una missione chiamata “LCROSS”
Come scritto nella Parte 1, la LCROSS è stata unita alla missione LRO poco dopo questi piani iniziali di “ritorno sulla Luna” annunciati dal Pres.Bush; la LCROSS è stata attaccata contrattualmente e fisicamente alla missione principale, LRO, la nuova astronave NASA a ritornare sulla LUNA in un decennio (la “Clementine” era DOD)

Qualcuno sembra aver realizzato dopo un poco che per realizzare la nuova “visione NASA” del Presidente, servivano informazioni piu specifiche sulla Luna, piu di quanto posseduto dall'Agenzia Spaziale nel 2004, persino dopo le missioni Apollo senza equipaggio (Lunar Orbiter…Ranger…Surveyor) e le quasi 900 libbre di campioni lunari che gli astronauti hanno riportato a Houston; nuove e approfondite informazioni sulla luna erano essenziali, per poter, diversamente dai limiti di atterraggio sul lato vicino in zona equatoriale per l'Apollo, per mandare nuovi astronauti in qualsiasi punto della Luna..persino ai poli.
Per riuscire serviva un'altra “ricognizione approfondita senza equipaggio, dell'intera Luna” grazie allo stato dell'arte della tecnologia di recupero dati del 21° Secolo http://www.nasa.gov/mission_pages/LRO/main/index.html

Ovvero LRO
Non prima del 2007 (cosi è la storia ufficiale), letteralmente anni dopo l'iniziale proposta LRO, è stata approvata l'aggiunta silenziosa di una seconda astronave “Lunar Crater Observation and Sensing Satellite” — LCROSS. Progettata per costare poco (79 milioni di dollari circa), una semplice missione di “aggiunta” per cercare acqua”, l'idea principale dietro (come è risultato) era semplice e elegante:

Prendi il terzo stadio, il razzo Centaur (che avrebbe spinto la LRO e la LCROSS nella spinta finale verso la Luna)..e dopo la separazione della LRO dal Centaur..usa la LCROSS ancora attaccata per dirigere il Centaur (come un missile cruise celeste) in un impatto “libero” e mirato sulla superficie lunare. Idealmente, in fondo a un “cratere lunare permanentemente in ombra..dove potrebbe esserci acqua ghiacciata” attorno ad uno dei due poli rotazionali.

Dopo “correzioni di traiettoria finali” al momento giusto (lancio + 4 mesi), separa la LCROSS dal “missile” Centaur doverse ore prima dell'impatto. la LCROSS quindi sarebbe rimasta dietro…di diverse centinaia di miglia…prima di volare in posizione per osservare e riportare, dal vivo, gli effetti dell'impatto del Centaur davanti ad essa, registrati e analizzati da strumenti multi-spettro, prima che anche il satellite LCROSS impatti sulla Luna e si distrugga.

Ad un certo punto, questa missione precedentemente quasi ignorata, usando qualcosa come un razzo in caduta per creare una piccola esplosione sulla Luna, diviene una notizia mondiale e la NASA toglie i freni e inizia una promozione per pubblicizzare questa incredibile missione di impatto sulla Luna!
Creando “un obiettivo quasi impossibile” per la NASA e la LCROSS
Tutto scientificamente eccitante!
Invece..
Quando la LCROSS ha “bombardato la Luna” quella mattina..nessuno dei milioni di Americani (in entrambe le Americhe) che è uscito a guardare,
Ha visto nulla

Il problema non era solo che la NASA stava amplificando, ma era anche con La Luna
L'esperimento esaltato dalla NASA era simile ad un “colpo di missile cruise”, nonostante l'accuratezza della mira, gli effetti visibili che ci si aspettava di creare con LCROSS dipendevano molto dalla natura casuale degli oggetti (o superficie) colpiti, piuttosto che dall'oggetto impattante..
Le “regole di impatto” per la LCROSS che ha guidato il Centaur verso la superficie Lunare, ci si aspettava che fossero semplici http://lcross.arc.nasa.gov/rationale.htm

http://www.enterprisemission.com/ejectedMass.jpg

La dimensione del “cratere risultante dall'impatto del Centaur “(sopra) -misura chiave per capire quanto “ghiaccio e polvere lunare” si sarebbe sollevato..- dovrebbe, secondo i calcoli NASA, dipendere su soli due parametri: la massa del Centaur (circa 2.2 tonnellate) e l'angolo di impatto (circa 80°)
(La velocità all'impatto era “data” da ogni oggetto che cade sulla Luna dall'”infinito”, poco sopra 1.5 miglia per secondo)

Per uguali velocita di impatto, quindi, era la massa in caduta, combinata con l'angolo di caduta, a determinare la natura del cratere risultante e il volume di materiale sollevato. La quantita di materiale nel “pennacchio” determinava la quantita di dati resi disponibili dal “pennacchio” per le analisi..prima che la LCROSS si distruggesse.
Tutto per “la ricerca di acqua”
La regola della NASA quindi per “predirre gli effetti degli impatti balistici sulla Luna come con LCROSS” era cosi:

“Superficie dura e rocciosa…luminoso, flash esteso; superficie morbida e polverosa..piccolo flash ma un pennacchio molto energetico alto miglia sopra il punto di impatto..”
Tutto su qualcosa chiamato “equipartizione dell'energia”

http://www.enterprisemission.com/SmokingGun2.htm