Rispondi a: Musica e Alchimia

Home Forum SPIRITO Musica e Alchimia Rispondi a: Musica e Alchimia

#296673
Siberian Khatru
Siberian Khatru
Partecipante

Amore cosmico.. o dice molto di piu’
Traduzione di And you and I

AND YOU AND I ( 1972 “THE YES” da “CLOSE TO THE EDGE”)
1) Cord of Life
Legami di vita
Un uomo comprese tutte le risposte in un attimo durante un sogno:
i fiori crescevano giorno dopo giorno, percepivano tutto intorno a sé
come radici, poste per mirare ad uno scopo,
si rinvigorivano e osservavano in noi due assieme una comune gestualità
erano come curiosi di osservare come ebbe inizio la nostra vita a due
I fiori si mossero appena per affacciarsi sul mare e lo spazio tra essi si allargò

Nello scorrere del tempo l’Emozione, nel suo bisogno di mostrare tutte le possibili espressioni,si rivelò come una vergine dell’oceano
Intenta ad osservare come iniziò la nostra vita insieme

Le ricchezze e le preoccupazioni si fanno avanti
Un sarto intento al suo lavoro di ricamo
Non conoscerà mai il loro inutile accumularsi
Egli mostra ogni mattina i suoi progressi
Compiuti nelle cuciture intessute l’una dietro l’altra..
Ma I legami vitali si sono rotti
Tutti vengono lasciati morire
Rivelati di nuovo da una porta che si chiude
E sigillati dentro madre terra
Porre fine ad una storia, a tutto un interesse dimostrato in una vita

Ma loro non nasconderanno il loro legame, lo terranno vivo
Non te lo diranno ma se lo scambieranno l’un l’altro.
E al cenno del tempo stabilito
che permetterà che tu salga
ad osservare il mondo
A guardare tutto del mondo
Vedrai noi che passiamo via
Io e te che saliamo dal mare verso la collina
Tu ed io che abbiamo steso le nostre mani
per cogliere le ragioni per cui ci siamo cercati

Tu ed Io
2)Eclissi

Giungendo rapidamente ad esprimere tutte le sue possibili espressioni
L’Emozione si rivelò come una vergine dell’oceano
Non appena osservava un gesto e lo riscopriva uguale in entrambi
Essa era tutta assorta nel cogliere il segreto che ci univa

Tu ed Io
3) Il predicatore e il maestro

Un triste pastore potè aprire la porta colorata del tempo
Un maestro mediocre era lì solo per ricordarsi una poesia
Non ci sarà nessun nemico mutevole che noi dovremo identificare,
gli ideali poltici moriranno come tristi spogli.e
Si diffondono degli aromi lontano finchè non iniziano a pervaderti
Io ascoltavo a fatica ma non potevo vedere che
Il ritmo della vita cambiava fuori e dentro di me
Il pastore fece di tutto per far dimenticare il suo nome
Il maestro viaggia, cercando di vedere sempre le stesse cose
Alla fine saremo concordi, accetteremo, immortaleremo
Il fatto che la verità dell’uomo matura dinanzi al suo sguardo tutto intento
Nel cogliere come ebbe inizio la mia vita assieme a te

Giungendo rapidamente ad esprimere tutte le sue possibili espressioni
L’Emozione si rivelò come una vergine dell’oceano
Un futuro più luminoso, un giorno , una sera una notte con te

Tu ed Io
4) Apocalisse

Tu ed io saliamo, attraversando i colori del mattino
Tu ed io raggiungiamo il sole lugo il fiume
Tu ed io saliamo, più liberi, verso ciò che vive
Tu ed io ci chiamiamo sopra le valli di mari infiniti

Una storia d’amore cosmica senza passioni materiali ma fatta di colori, fiumi, valli, di fiori che stanno a guardare. Un amore unito nella comune gestualita’.Non e’ io e lei oppure lei e io ma Tu e Io perche’ trascende il sesso.E’ L’androgino il REbis un amore verso se stessi, verso il Dio cosmico la nostra anima che e’ intrappolata nella carne ricerca la sua vera natura la sua luce che sta’ oltre l’universo. Ci sono tre cieli Anima Spirito Corpo. Noi viviamo nel cielo del corpo quindi la terra, poi c’e il cielo dei pianeti l’univeso il sole la luna che e’ quello dello spirito e poi ce’ il cielo dell’anima che e’ sottile invisibile dei pensieri che sta oltre e non e’ immaginabile se non nei sogni. Noi proveniamo da quel mondo e come Sophia caduta vogliamo tornare a quel mondo.

vangelo di Tommaso

I discepoli chiesero a Gesù :“ dicci quale sarà la nostra fine ! ”
Gesù rispose :
“Voi che avete conosciuto il principio perché vi preoccupate della morte ?
Infatti dove è il principio là è la fine. Felice colui che vive sempre nel principio e sa cos’è la fine e non assaggerà le MORTI ”.

Nel cielo dell’anima abbiamo una specie di sosia il nostro vero corpo quello da amare e congiungerci a lui/lei. Le 2 sfere creano questo mondo materiale ovvero anima e spirito creando la terra, la materia. Il principio e’ la sfera dell’anima da quella siamo nati e a quella vogliamo tornare nel corpo glorioso, lo spirito sono il sole le stelle che agitano il mondo dove viviamo come carne il corpo e’ questo che vediamo ogni giorno un inferno TU e IO e’ tornare all’origine al vero corpo dell’anima.


« Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
Jean Baudrillard