Rispondi a: La mente, i pensieri, il "padrone di casa"

Home Forum SPIRITO La mente, i pensieri, il "padrone di casa" Rispondi a: La mente, i pensieri, il "padrone di casa"

#298377
Prabhudas2014
Prabhudas2014
Partecipante

Orso, capisco il tuo punto di vista e la questione a mio vedere è proprio lì: molti ritengono che il nostro pensiero, la coscienza in generale, sia solo il prodotto casuale dei contatti sinaptici dei miliardi di neuroni che costituiscono il nostro cervello e che quindi il fenomeno “coscienza” sia effimero e temporale proprio perché, in qualche modo, prodotto dalla materia cioè dal nostro corpo che è destinato a morire.
Alcuni altri, ritengono invece esista uno spazio, una consapevolezza dentro dentro di noi che non è pensiero, che è oltre il corpo, i neuroni , il cervello ,i condizionamenti.. le emozioni, le sensazioni, qualcosa che è incontaminata da tutto questo ed è comunque in grado di osservare , il vuoto tra un pensiero e l’altro, come silenzi tra le note di una musica o l’attimo impercettibile in cui il respiro si ferma per poi tornare ad uscire o rientrare nei nostri polmoni. Senza giudizio e con completa innocenza. Come vedi faccio distinzione tra pensiero e consapevolezza, che preferisco al termine coscienza. Per me é più come quando ci si sveglia da un sogno, se sei sveglio non sogni più. I milioni di pensieri che passano nella nostra testa fan si che non vi sia veramente consapevolezza fin che essi si manifestano. Per chi si è svegliato anche il nostro stato ordinario di veglia è visto come un sogno, vivido ma pur sempre un sogno.
Questa “conversione” di sguardo dall’esterno all’interno che include noi stessi è quel che io intendo come meditazione. E’ un po’ diversa dalla psicoanalisi sebbene spesso pervenga ad analoghe sconcertanti scoperte.