Rispondi a: La Spiritualità è stata fraintesa …

Home Forum SPIRITO La Spiritualità è stata fraintesa … Rispondi a: La Spiritualità è stata fraintesa …

#298976
prixi
prixi
Amministratore del forum

La scala
28 Ottobre 2014 Scritto da Piero Cammerinesi

null

Immaginate che delle persone siano cadute in una profonda spaccatura della Terra dove c’è una impenetrabile foresta.

Vengono calati giù strumenti per tagliare i rami e fabbricare delle scale per tornare alla superficie.

Dopo un po’ di tempo quelle persone hanno costruito molte scale – di diversa foggia e misura – ma sono ancora là sotto.

Una delegazione si reca sul bordo della spaccatura per chiedere ragione di ciò e ben presto ci si rende conto che nel frattempo là sotto sanno tutto delle scale, dei tipi di legno per costruirle, della distanza corretta tra i singoli pioli, anzi, hanno creato una vera e propria scienza della scala ma…non le usano.

Ci sono gli esperti, i propugnatori di un tipo o di un altro di legno, di una distanza o di un’altra tra i vari pioli e si accendono animate discussioni tra le parti avverse.

Si dibatte sul quanto la vera scala debba essere pesante o lunga, ma nessuno si azzarda a metterci un piede sopra per iniziare la risalita.

Ecco, questo è esattamente ciò che succede con la scienza dello spirito.

Si leggono decine di libri, di cicli, si dibatte su innumerevoli argomenti, in breve, la si studia invece di usarla.

Se ne fa oggetto di conoscenza invece di comprendere che si tratta di un mezzo per la conoscenza del mondo.

Si sa tutto della scala ma non la si usa.

Meine Sätze erläutern dadurch, dass sie der, welcher mich versteht, am Ende als unsinnig erkennt, wenn er durch sie — auf ihnen — über sie hinausgestiegen ist. (Er muss sozusagen die Leiter wegwerfen, nachdem er auf ihr hinaufgestiegen ist.). Er muss diese Sätze überwinden, dann sieht er die Welt richtig.

Ludwig Wittgenstein (Tractatus logico-philosophicus)

Le mie proposizioni illustrano così: colui che mi comprende, infine le riconosce insensate, se è salito per esse – su esse – oltre esse. (Egli deve, per così dire, gettar via la scala dopo che v’è salito.) Egli deve superare queste proposizioni; allora vede rettamente il mondo.

Ludwig Wittgenstein (Tractatus logico-philosophicus)

Liberopensare.com


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)