Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#301125
camillo
camillo
Partecipante

Valutazione di fine anno.
Cosa è rimasto di tutte le promesse del proclama le ricordate?

L’unica cosa tangibile è il Kit per i GANS.
Mi aspetto che qualcuno faccia le analisi e stabilisca cosa sono quelle formazioni gelatinose che Keshe chiama Gans. Sembrerebbero dei carbonati gelatinosi, nulla di particolarmente strano quindi.
Keshe dice che la superficie va pulita perché si formerebbe uno stato oleoso altamente proteico. Ovviamente qualcuno ha pensato di assaggiarlo, risultato: intossicazione!
Sembra che si tratti di ossido di zinco. Insomma il Kit è un fenomeno riconducibile alla pila, rame, zinco soluzione conduttiva.
Quindi anche nelle piccole cose Keshe non dà dimostrazione di particolari conoscenze.

Ma allora com’è che da anni è alla ribalta?
Da come l’ho conosciuto di persona è molto convinto e convincente delle sue idee.
Da subito c’è qualcosa in lui che mi ricorda altri personaggi “energetici e medium”.
Tipo Ighina per capirci.
In effetti le caratteristiche tangibili messe in mostra finora sono di quel tipo.
Ha dimostrato doti di guaritore, questo direi che è assodato.
Ha dimostrato doti di medianità: quando c’è stata una domanda precisa in merito ha detto: “Si! ho questa prerogativa”.
E qui abbiamo la storia dei libri, ho tradotto in Italiano il primo libro, ho fatto una fatica enorme, non c’entrava la traduzione dall’inglese, ma il problema era la comprensione del simbolismo.
Quei libri sono frutto di un fenomeno che va sotto il termine di “scrittura automatica”. Cioè sono scritti in un particolare stato di coscienza. Quello che emerge dipende dal trasmittente e dal ricevente.
Ora Keshe è un ingegnere nucleare (abbiamo controllato), quindi gli scritti assumono un aspetto scientifico e coerente.
Quello che però è risultato accattivante è che quello che vi si dice è in risonanza con gli antichi testi, dove si parla di energia Manasica con caratteristiche trine.
A questo punto bisognerebbe capire cosa sapeva di quelle informazioni antiche Keshe, cosa c’è di suo e cosa c’è di messaggio che proviene da qualcosa di extra, simile ai cerchi di grano. Messaggi che dovrebbero stimolare il passaggio di vibrazione della nuova era.

Per il momento l’unico merito che riconosco a Keshe è proprio questo:
mi ha fatto molto riflettere su come è fatta alle origini la materia.
Cosa succede aprendo la bolla dell’elettrone (o di altre particelle)?
Cosa c’è lì dentro sotto forma di energia concentrata?
Perché invece di occupare grandi volumi un’energia si autoconfina in un piccolissimo spazio con un’intensità stratosferica?

keshe suggerisce l’idea di “campi” in tre aspetti (il 3 è il simbolo dell’equilibrio e della vita), inoltre Keshe dice chiaramente che in questa forma primitiva l’energia se liberata cercherà di rientrare in uno stato materiale nuovamente. La nuova materia dipenderà dalle condizioni vibratorie ambientali, e quello che più mi ha colpito è che dice chiaramente che SENTE LA MENTE DEI PRESENTI e le loro aspettative, conformandovici nel limite del possibile.
Gli stessi concetti sono espressi negli antichi testi, nell’alchimia, io stesso ne ho viste applicazioni pratiche. Energia Manasica deriva da manas= mente
Nel suo libro keshe sembra anticipare le future applicazioni di questa nuova (o vecchia) conoscenza, oltre a questo però non si va.
Le verifiche continuano a stare a livello zero.