Rispondi a: La mente, i pensieri, il "padrone di casa"

Home Forum SPIRITO La mente, i pensieri, il "padrone di casa" Rispondi a: La mente, i pensieri, il "padrone di casa"

#301168
Wind
Wind
Partecipante

Secondo la mia esperienza la mia mente ed anche la mia parte spirituale in toto non risiede direttamente nel mio cervello, ma vi sono delle cellule apposite che mi mettono in “contatto” con le mie parti intime e strettamente personali: siamo Energia quantizzabile nel nostro universo, quindi più faccio Meditazione personale più amplio e collego le mie sinapsi a ciò che ritengo sia il Sunto, la Meta della mia Esistenza.
Il cervello è stato dimostrato dagli scienziati moderni è una sorta di radioricetrasmittente, ma c’è chi pensa di trovare nell’Etere le sue risposte e il Senso delle proprie azioni vitali e chi invece ha Consapevolezza e Ricerca ripiegandosi nel proprio Incoscio, e quando questa nostra “misteriosa” per molti umani, componente Bacia la sua Mente, allora si raggiunge la Quiete e la Pienezza della propria autocoscienza.
Ci si sente appagati perchè non c’è più il taglio netto tra quello che percepiamo di essere, quello che pensano gli altri noi siamo e ciò che nella Realtà invece è la nostra Verità.
Ma è un lavoraccio di anni ed anni e non credo che si raggiunga in una singola e brevissima ed unica esistenza, un Percorso che va anche al di là di questo piccolo pianeta, come la somma di tante esistenze e di tante esperienze tutte interconesse tra di loro eppur completamente differenti nei vari stadi emotivi e di interrelazione con altri esseri umani.

Concordo pienamente con Osho, il mio Dio è tutto prima della Creazione e quindi lo Ritrovo in me quando Ritorno allo stato primordiale, prima che tutto fosse, e non c’è niente ma solo il tutto che stà per esplodere di colori e forme energetiche ed in quel “vuoto” ci siamo tutti noi senza il dolore della Scissione che ci ha fatto sentire isole in questo mondo, soli ed abbandonati da tutti gli altri, ma se raggiungi il Vuoto in te stesso, il medesimo di tutti gli altri, sei conscio, sei NAGUAL, e sai che la solitudine non è mai esistita come la dualità e la scissione, nella nostra Realtà Immutabile, non soggetta alle leggi spazio-temporali o sottoposta a morali e modi di vivere e pensare che variano da cultura a cultura, da pianeta a pianeta a seconda delle esperienze che vi si fanno anche in relazione con altre parti di noi che chiamiamo nella virtualità “l’altro”.

j


  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da Wind Wind.
  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da Wind Wind.
  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da Wind Wind.
  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da Wind Wind.
  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da Wind Wind.
  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da Wind Wind.