Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#301807

orsoinpiedi
Partecipante

@camillo

“La schizofrenia ha dunque radici antiche, che affondano in secoli di contrapposizioni, di incontri e di scontri e soprattutto in una grande ignoranza e di grandi pregiudizi reciproci. Dal punto di vista psicologico tale atteggiamento si potrebbe definire, in una parola, la paura dell’altro o, politically più correct, la preservazione della propria identità culturale. Ma si tratta qui di un “altro” particolare, con una sua storia, una sua cultura, rapporti stretti e conflittuali che forse, in un certo senso e solo tardivamente, hanno contribuito a creare la cultura dell’Europa come continente, a sua volta con una cultura, tutto sommato, comune, e una religione in comune: il cristianesimo. Tale coscienza comincia ad apparire in documenti ufficiali solamente alla soglia del Rinascimento, negli scritti del Papa Pio II, l’umanista Enea Silvio Piccolomini e matura nel clima di sconforto per il tramonto ormai definitivo dell’idea di crociata proprio in contrapposizione all’Islam: Europa come la sede – patria et domus – della Cristianità; pertanto si poteva stimare cristiano chiunque fosse ritenuto europeo: “Europaei, aut qui nomine christiano censentur”.
fonte http://www.cestim.it/argomenti/02islam/lezioni_islam/cristianesimo.htm

“Ecclesia libera in libera patria”.Certo,ma i mussulamni non hanno ancora avuto il loro Voltaire