Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#302866
camillo
camillo
Partecipante

Se pensiamo che siamo solo vittime senza libertà, è la fine!
Ogni uomo ha il grado di libertà che gli spettava e che è andato maturando nelle sue scelte.
Certo che vista nel suo insieme questa realtà mostra aspetti sociali sconcertanti.
Ma non esageriamo! Ci sono poteri forti per quanto riguarda le strutture ma non sono Dio onnipotente. Per esempio nessuno può aizzare migliaia di imam che a loro volta muovono folle oceaniche in tutti i paesi per protestare contro l’uscita della rivista Charlie.
Lì il problema è dentro la struttura religiosa. Struttura che a parole non c’è, ma poi invece.. Ripeto l’ISLAM iniziale era tollerante, conviveva, istruito, il sufismo era molto diffuso, i numeri che usiamo sono arabi e espansi attraverso l’islam insomma un tempo era accettabile. Certo che la religione islamica non si è espansa per fede ma per conquista e convenienza.
Oggi però è…. L’Islam è fuori tempo, rigida anacronistica. Per trovare gli insegnamenti Sufi occorre darsi da fare, gli imam hanno perso l’orientamento sufi per abbracciare un atteggiamento intransigente e bellicoso.
Per me è stata la ricchezza la causa della perdita dei valori. Guardiamo per esempio il paese più ricco, l’Arabia. A parte velo e arem mascolinità dominante ecc. Le donne manco possono guidare. Ultimamente Obama è andato da loro con moglie, senza velo ed in pantaloni… oltraggio!! Molti dignitari non hanno dato la mano.
Il viceversa non capita cioè da noi loro possono venire vestiti come vogliono trattare le donne come inferiori, mai ci sogneremmo di non dare la mano.