Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#303308
camillo
camillo
Partecipante

Caro orso ognuno guarda e vede la macchia che vuol vedere,
Vale anche per te, tu vedi complotti, Cia, USA, tutto un monto sommerso che opera intelligentemente e spietatamente… Mmm per quello che conosco io il genere umano NON è così intelligente prevale la stupidità,
non è che sei accecato pure tu?
Concordo invece sulle primavere arabe, l’ la Francia mezza mussulmana ci ha fregati, complice il nostro carissimo presidente Napolitano. A noi gli immigrati a loro il petrolio. Ma questo è facile da vedere per tutti.
Ora questi vorrebbero fare una guerra in Libia.
Ma la storia non ci insegna nulla? Questi poi ci chiedono i danni di guerra! lo ha già fatto Ghedafi, smettiamo piuttosto di fare i buonisti.

Dal manuale del perfetto buonista:
il buonista fa aprire le porte della casa degli altri e fa in modo che GLI ALTRI aiutino coloro che lui “sta aiutando”.
Il perfetto buonista non conosce la matematica, non gli importa se arriveranno milioni di persone, è lo spirito altruista quello che conta!
Il perfetto buonista spalma il problema sulle spalle degli altri distribuendo in tutte le provincie coloro che LUI sta aiutando, ops si dimentica solo di finanziare la cosa.
Il perfetto buonista è molto preoccupato che la mancanza di lavoro crei criminalità, egli provvede coscienziosamente a blindare le porte di casa sua ed aumentare la propria scorta.
Il perfetto buonista si ritiene santificato e si mantiene una paga elevata per il suo sacrificio, ritiene inoltre fondamentale un vitalizio equo a vita, (calcolando le ore di lavoro in una legislatura e sommando il vitalizio ci sono alcuni che acquisiscono alla fine un pagamento tale che equivale a 2-3000 euro l’ora.
Il perfetto buonista è spiaciuto per i morti naufragati, ma certo non può farci niente è il mare che uccide. Non farebbe mai un’azione criminale come fatto dagli spagnoli che in alcuni casi hanno aperto il fuoco. Risultato in Spagna profughi morti in un anno si contano sulla punta delle dita,in Italia l’anno scorso 3000 morti.
Il perfetto buonista non crede che la sua patria sia una piccola barca con limitate possibilità di ricezione, ma si crede capitano di un grande transatlantico, in fin dei conti il SUO GIUSTAMENTE ELEVATO STIPENDIO lo dimostra.

Come non amare questi perfetti altruisti, quale immenso sacrificio compiono!
Quale fortuna averne così tanti!

Se poi il paese sta scendendo in povertà, disordini, delinquenza, disoccupazione ecc. Bhe…. Loro hanno fatto la loro parte.


  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 10 mesi fa da camillo camillo.