Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#303504
camillo
camillo
Partecipante

@orsoinpiedi said:
Forse sbaglio, non dico di no, ma come mai non mi hai mai chiesto del perchè la penso in questo modo e su quali dati ho basato la mia convinzione?

Caro orso,
Se tu hai dimostrazioni delle tue affermazioni, non devi far altro che darle.

Il modo di interpretare i fatti è soggettivo, più soggettivo di quanto si possa immaginare, e questo accade nonostante questa realtà venga così magistralmente vista similmente grazie alla meravigliosa interfaccia chiamata “CORPO FISICO”. Essa filtra le infinite possibilità percettive in modo che ne abbiamo una visione materiale simbolica molto simile così si crea l’accordo di condivisione e… ciò diventa quello che noi chiamiamo la realtà. E’ reale ciò che siamo d’accordo SIA REALE.

So che è un discorso difficile, esso si capisce MOLTO meglio quando ci si approccia alla percezione sognante, che ha vari gradi. Dal sogno comune puramente soggettivo all’uscita astrale che può essere parzialmente condivisa. In astrale ognuno vede la propria realtà, vede ciò che il suo intimo “sentire” lo porta a risuonare, lì l’errore più frequente che si può fare e pensare che ciò che si vede sia la realtà.
molte religioni sono nate dal soggettivismo interpretativo di un singolo individuo.

Se l’individuo però opera sul conosci te stesso e sulla sa “importanza personale” si accorge del pericolo di scambiare per realtà ciò che è solo una visione personale.

Il primo ad denunciare apertamente il pericolo è stato Jiddu Krishnamurti (in lingua telugu: Madanapalle, 12 maggio 1895 – Ojai, 18 febbraio 1986) è stato un filosofo apolide. Di origine indiana, non volle appartenere a nessuna organizzazione, nazionalità o religione. Non va confuso con Uppaluri Gopala Krishnamurti anch’egli filosofo indiano.

Quindi per farti un esempio:Quandi io ho riferito delle “sensazioni” e dell’astrale, e tu dici ti credo, io non sono contento, anzi sono preoccupato, NON bisogna usare solo la FEDE occorre ponderare, e e possibile VERIICARE altrimenti conviene semplicemende dire: “prendo in considerazione quello che hai detto in astrale”.
Non offenderti Orso stò cercando di illustrare il mio modo di ragionare, che è un misto tra Metodo scientifico e volo pindarico del paranormale.