Rispondi a: Parlare alle persone disinteressate degli alieni – Idee e proposte

Home Forum EXTRA TERRA Parlare alle persone disinteressate degli alieni – Idee e proposte Rispondi a: Parlare alle persone disinteressate degli alieni – Idee e proposte

#30373

texeira
Partecipante

sono d'ccordo con te texeira sul punto di vista che implica il non credere a tutto per fede, senza apparato critico e per paradosso non mi piace l'atto di fede che ti porta a pensare il peer review e la prassi accademica di valutazione di uno studio la base fondante della conoscenza a cui poter accedere…
ovvero, credo sia necessario e obbligatorio uno studio il più approfondito possibile, il più vasto e ampio in ogni sua accezzione, ma non mi fiderei mai ciecamente di un individuo che mi parlasse di argomenti sottili convinto dell proprie ragioni per avere pubblicato svariati articoli sulle riviste più importanti del spesso poco limpido giro universitario.

Sono in parte d'accordo. Ma la forma mentis accademica è necessaria quantomeno per adottare nella valutazione quel rigore e quella ridondanza necessari a pervenire a conclusioni attendibili.
Beninteso parlo di conclusioni attendibili, non di verità o certezze assolute; anche con il massimo rigore non si è al riparo da abbagli clamorosi, ma almeno se ne riduce al minimo la possibilità, che è la base minima su cui fare affidamento per una ricerca seria.

eppure, in linea con detective, mi dissocio dallo sculacciamento dialogico e ideologico… forse potrei caderci anche io. Non pensare di avere in mano la luce della ragione… i mondi possibili no sono quelli che possiamo studiare sui libri…

Infatti io sono possibilista. E mi guardo bene dal considerarmi il depositario della Verità. Ma, questo me lo concedo, applico il massimo rigore possibile nelle mie valutazioni, e ciò mi porta a scartare almeno il 99% di tutta la spazzatura che circola in argomento.

Texeira pensi che tutto quel che è stato detto dai testimoni del disclosure project, non proprio personaggi di strada, siano una massa di idiozie inventate per polli da spennare su internet?

Assolutamente no. Penso però che potrebbero aver frainteso la natura di ciò che hanno visto. Dico potrebbero, non faccio affermazioni.

Pensi che le teorie di giuliana conforto, di heremein (si scrive così?) siano fantastiche e non abbastanza articolate o aventi anni di studio per essere supportate?

Non mi sono mai documentato in proposito, ma a livello preliminare, le teorie della Conforto, fisica teorica, (gabriella mi pare, non giuliana) non possono essere ammucchiate con quelle di Haramein, che non possiede titoli accademici e quindi la formazione necessaria per condurre studi rigorosi. Sulla concretezza degli studi non posso pronunciarmi, ma interessandomi anche alla meccanica quantistica, non sono prevenuto riguardo a conclusioni “visionarie”.

Mi chiedo, vuoi sottolineare solo le parti controverse e non ricordare tutto il materiale serio che esiste? perchè in questi argomenti è pieno di controversie, ma come in tutto il sapere.

No, voglio solo sottolineare con quanta facile disinvoltura ci si tuffa in argomento, divulgando e contribuendo a divulgare informazioni sbagliate.

Wind ti ha dato ragione, ma utilizzo il suo esempio per capire te: se qualcuno ti parlasse scientificamente dello yoga o della meditazione buddhista, ad esso affine e forse sua discendente storica, tu cosa penseresti?
Se qualcuno lo definisse scienza? e se qualcuno ti parlasse di levitazione, di sdoppiamento fisico, di livelli meditativi a cui anche tu oggettivamente con le dovute qualità potresti accedere?
Se un grande yogin, ti parlasse di rreincarnazione finendo di chiuderla nel novere delle teorie religiose ma applicandola alla realtà?

La scienza arriverà un giorno a spiegare anche gli aspetti della spiritualità; la meccanica quantistica è di fatto la scienza dello spirito. A maggior ragione chiedo rigore sulla valutazione degli aspetti “materiali”.

Tu hai parlato di chi studia teologia e materie spirituali, come qualcosa di attendibile… spero quindi che se un grande studioso occidentale di buddhismo ti parlasse non solo dell'ottuplice sentiero ma pure dei suoi effetti reali e influenti sull'uomo odierno e di sempre tu coerentemente penseresti di sentire una cosa plausibile.

Ma a questo punto mi dico: chi ti dice che non abbia preso un erudito abbaglio?

In realtà il mio era solo un esempio per distinguere tra i diversi livelli di valutazione (fede studiata vs fede bigotta), ma in ambito religioso non c'è nulla che considero attendibile o degno di interesse. Ho già espresso sopra cosa penso a proposito della spiritualità.